Ultimo aggiornamento alle 9:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

sentenza Petrolmafie

L’affare degli idrocarburi in mano alle cosche: 18 condanne e 3 assoluzioni in abbreviato

Condannato a sei anni il braccio destro dei Mancuso, Pasquale Gallone. Assolto Gregorio Giofrè, del locale di San Gregorio. Risarcite le parti civili

Pubblicato il: 05/10/2022 – 14:29
di Alessia Truzzolillo
L’affare degli idrocarburi in mano alle cosche: 18 condanne e 3 assoluzioni in abbreviato

CATANZARO Diciotto condanne e tre assoluzioni. È questo il bilancio della sentenza d’abbreviato del processo “Petrolmafie”, istruito dalla Dda di Catanzaro contro illeciti perpetrati dalle cosche del vibonese e loro sodali nell’affare degli idrocarburi.
Gli imputati sono accusati, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione, intestazione fittizia di beni, riciclaggio, reimpiego di denaro di provenienza illecita, corruzione, evasione delle imposte e delle accise anche mediante emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, scambio elettorale politico-mafioso e turbata libertà degli incanti.

La sentenza

Il gup di Catanzaro Paola Ciriaco ha condannato Francescantonio Anello, 7 anni di reclusione e 8000 euro di multa; Giuseppe Barbieri, 6 anni di reclusione e 6000 euro di multa; Gerardo Caparrotta, 4 anni di reclusione e 3000 euro di multa; Armando Carvelli, 3 anni e 2 mesi di reclusione; Giovanni Carvelli, 3 anni e 4 mesi di reclusione; Vincenzo Zera Falduto, 3 anni e 2 mesi di reclusione; Gioacchino Falsaperla, 3 anni e 8 mesi di reclusione; Pasquale Gallone, 6 anni di reclusione e 6000 euro di multa; Giorgio Salvatore, 7 anni e 10 mesi di reclusione; Gabriele La Barbera, un anno e sei mesi di reclusione; Luigi Agatino Lopez Murgia 3 anni e 4 mesi di reclusione; Giuseppe Mercadante, 4 anni e 6 mesi di reclusione; Daniele Prestanicola, 7 anni e 8000 euro di multa; Antonio Ricci, 2 anni e 6 mesi; Domenico Rigillo, 7 anni e 10 mesi di reclusione; Orazio Romeo, 5 anni; Alessandro Primo Tirendi, 6 anni e 8 mesi; Angelo Ucchino, 3 anni e 2 mesi;Salvatore Ucchino, 3 anni e 8 mesi di reclusione.
Disposta per Anello Francescantonio, Giuseppe Barbieri, Gerardo Caparrotta, Pasquale Gallone, Daniele Prestanicola, Salvatore Giorgio, Domenico Rigillo, Orazio Romeo la revoca della pensione sociale e delle indennità sociali.
Disposta la confisca dei beni riconducibili Daniele Prestanicola; Salvatore Ucchino; Ucchino Angelo; Vincenzo Zera Falduto; Orazio Romeo; Alessandro Primo Tirendi. 
Assolti Filippo Fiarè; Gregorio Giofrè; Marco Lione.

Le parti civili

Il gup ha disposto il risarcimento per le parti civili la Cooper Poro Edile S.C, (liquida in 15mila euro);  l’Agenzia delle dogane (100mila euro di provvisionale); l’Agenzia delle Entrate (100mila euro di provvisionale); Presidenza del Consiglio dei ministri e Ministero dell’Interno (liquida in 20mila euro); Comune di Limbadi (liquida in 30mila euro); Comune di Sant’Onofrio (liquida in 30mila euro); Provincia di Vibo Valentia (liquida in 40mila euro); Comune di Vibo Valentia (liquida in 50mila euro); Regione Calabria (liquida in 25mila euro); l’associazione antiracket e antiusura della provincia di Vibo Valentia (liquida in 15mila euro). Nel collegio difensivo, tra gli altri, gli avvocati Sergio Rotundo, Vincenzo Cicino, Wanda Bitonte, Giovanni Russomanno, Mario Murone, Vincenzo Ioppoli, Gianfranco Giunta, Salvatore Staiano, Tiziano Saporito, Giuseppe Di Renzo, Giovanni Vecchio, Vincenzo Gennaro, Alessandra Canepa.
(a.truzzolillo@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x