Ultimo aggiornamento alle 12:42
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’analisi

Profiti: «La sanità calabrese non ha più i disavanzi pregressi ma questo non basta»

Il commissario di Azienda Zero fa il punto sugli interventi predisposti per l’accertamento del debito e per il reclutamento di nuovo personale

Pubblicato il: 11/10/2022 – 19:15
Profiti: «La sanità calabrese non ha più i disavanzi pregressi ma questo non basta»

CATANZARO «È vero che il sistema produce da due anni un avanzo ma queste sono risorse che arrivano sempre dalla fiscalità dei calabresi, e non restituiscono adeguati servizi pubblici». Così il commissario di Azienda Zero Giuseppe Profiti, commentando con i giornalisti le misure predisposte dalla struttura commissariale guidata dal governatore Roberto Occhiuto e dalla Regione per l’accertamento del debito e per affrontare la carenza di personale sanitario.

L’accertamento del debito

Oggi la firma del protocollo d’intesa con la Guardia dio fianzan in tema di accertamento del debito sanitario, previsto entro fine anno. Profiti ha rilevato che «il 31 dicembre è un termine che non ci diamo noi, ma ce lo dà la legge per concludere un iter che è già partito, è qualcosa che il sistema economico delle imprese e dei creditori del sistema sanitario ha già ricevuto via Pec. Ci aspettiamo la loro risposta entro il 10 novembre, risposte che troveranno un’organizzazione già pronta: in ogni azienda c’è un nucleo di 10 persone, 5 funzionari e 5 ispettori della Guardia di Finanza, che sulla base della legge collaboreranno per verificare la corrispondenza tra la pretesa creditoria e la reale esistenza di un diritto che non è stato soddisfatto. Previsioni? Si parla di un debito del sistema Calabria sulla cui entità c’è un dubbio, dall’altra parte si parla di un dato certo, certificato non solo dalla Regione ma anche dai ministeri, cioè il fatto che questo sistema ha iniziato a essere in avanzo, quindi in utile, dal 2020 e con parte dell’avanzo  del 2021 ha chiuso tutti i disavanzi pregressi, quindi il sistema calabrese oggi non ha più disavanzi del passato. È un dato che – ha sostenuto il commissario di Azienda Zero – fa riflettere se comparato a quello che si è sempre detto sull’esistenza di un debito, perché a questo punto i due dati dovrebbero trovare una loro conciliazione, anche se ovviamente stiamo parlando di concetti non esattamente sovrapponibili. Per uno come me che si muove nel campo della finanza pubblica resta comunque un dato negativo perché è vero che il sistema produce da due anni un avanzo ma queste sono risorse che arrivano sempre dalla fiscalità dei calabresi, e non restituiscono  adeguati servizi pubblici».

Il reclutamento di nuovo personale

Con riferimento al tema del personale, Profiti ha spiegato che «il primo step concreto è già avvenuto, le aziende hanno approvato i piani dei fabbisogni, i sindacati sono stati convocati per giovedì per iniziare il negoziato sui criteri di stabilizzazione, di potenziamento, di reclutamento e di sostituzione del turno over. Ricordo infatti che l’intera manovra è un insieme di misure strutturali e contingenti, riguarda 2.589 persone del comparto e 1.044 figure dirigenziali. Il dato importante è che vogliamo assicurare un orizzonte professionale a specialisti, a professionisti e questo significa motivarli, consolidarli e fidelizzarli. Quanto al turn over, stiamo parlando della sostituzione di tutti i pensionamenti al 100% in relazione ai fabbisogni delle aziende, quanto al potenziamento stiamo parlando di figure a tempo indeterminato nelle aree specialistiche della Calabria maggiormente caratterizzate dalla mobilità passiva – cardiologia, oncologia, ortopedia e urologia – tentando di potenziare la capacità di risposta e dedurre il più possibile le liste d’attesa. È solo una parte del lavoro perché in sanità una parte è quantità ma un’altra parte è la qualità, la capacità di attrazione e di trattenimento che in questo caso è determinante. È un lavoro che va fatto, va fatto presto, ma soprattutto – ha concluso il commissario di Azienda Zero – condurremo un’azione costante con le aziende, l’obiettivo è reclutare le migliori possibilità offerte sul mercato». (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x