Ultimo aggiornamento alle 18:47
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

l’intervista

Limardo: «Grande lavoro sul risanamento economico di Vibo e sui lavori pubblici. In campo opere per 50 milioni»

A “L’altra Politica” il sindaco di Vibo Valentia: «Il nuovo ospedale potrà veramente dare il pieno riscatto sanitario alla città»

Pubblicato il: 17/11/2022 – 15:24
Limardo: «Grande lavoro sul risanamento economico di Vibo e sui lavori pubblici. In campo opere per 50 milioni»

LAMEZIA TERME «Palazzo Gagliardi è un simbolo, il palazzo dove si svolgono gli eventi culturalmente più avanzati e più importanti della città. Al piano terra, dove si è verificato questo episodio è ospitato il Comitato degli editori vibonesi, quindi è il palazzo simbolo dove si ritrova la Vibo culturalmente attiva e questo episodio ha suscitato immediatamente un moto di indignazione in tutta la città e di sdegno totale e corale». Così il sindaco Maria Limardo, ospite della seconda parte de “L’altra politica”, il settimanale di approfondimento andato in onda ieri sera sul canale 75 de “L’altro Corriere Tv”. Limardo, rispondendo alle domande di Danilo Monteleone e Ugo Floro si è mostrata rassicurata dalle cause del tutto accidentali del principio di incendio verificatosi in uno dei luoghi simbolo della cultura vibonese, ma – ha detto – «nei primi momenti ho temuto che si trattasse di qualcosa di più grave e non nascondo di aver provato tanta indignazione». «La città – ha precisato – ha telecamere diffusamente sparse sul territorio, per cui riusciamo a vigilare buona parte del territorio».

«Grande lavoro per dare risposte concrete ai cittadini»

«Credo sia indispensabile completare il mandato e sia indispensabile anche una proiezione lunga». Limardo si è detta soddisfatta del percorso amministrativo che sta portando avanti: «Ho messo in campo opere per circa 50 milioni di euro e mi piacerebbe vederle realizzate. Insieme alla mia squadra, la mia Giunta, i miei consiglieri comunali, la mia maggioranza, la mia parte politica che mi sostiene e che è un governo di centrodestra, abbiamo fatto un gran lavoro da ogni punto di vista. Intanto dal punto di vista del risanamento economico della città, perché noi proveniamo da un dissesto e con le unghie e con i denti stiamo evitando il secondo dissesto. Abbiamo incamerato con scelte coraggiose e ferme a favore della città oltre 20 milioni di euro, per cui questo è un dato inconfutabile, innegabile, che è cristallizzato negli atti. Appena insediata, – ha detto – avrei potuto vestirmi di bianco e addossare le colpe al passato, ma un sindaco non può agire così, ma dare risposte ai propri cittadini».
«I cittadini – ha rimarcato Limardo – hanno bisogno della soluzione concreta dei problemi, vogliono stare in una città che sia vivibile». Il primo cittadino vibonese non ha nascosto le proprie speranze in merito al Pnrr «ma anche la mia preoccupazione, perché si rischia di non poter realizzare tutto quello per cui abbiamo lavorato in quanto abbiamo gli uffici tecnici ridotti all’osso e stiamo facendo di tutto per poterli potenziare». Sulla riscossione dei tributi in città Limardo ha spiegato: «Quando mi sono insediata avevamo la convenzione con l’Agenzia nazionale riscossione e che purtroppo, devo dirlo, ha fatto acqua da tutte le parti».

«Il nuovo ospedale potrà veramente dare il pieno riscatto sanitario alla città»

Maria Limardo si è detta fiduciosa sulla realizzazione del nuovo ospedale «per la costruzione del quale siamo giunti a una fase importante grazie all’impulso determinante del presidente della giunta regionale Occhiuto». «Noi – ha spiegato – abbiamo certamente i fari puntati sullo Jazzolino, che è la vecchia struttura e alla quale tutta la provincia fa riferimento, e non possiamo non chiedere ad alta voce che ci sia un rafforzamento di quella struttura che merita di essere sostenuta. Per quanto riguarda la costruzione del nuovo ospedale credo che il presidente Occhiuto abbia dato un forte impulso in questa direzione. Mi auguro – ha detto Limardo – che nell’arco di pochissimo tempo si cominci ad intravedere la costruzione vera e propria del nuovo ospedale perché solo quella, a mio avviso, che potrà veramente dare il riscatto pieno sanitario alla città».

Vibo e l’impegno culturale. «Un trampolino di lancio essere stati eletti Capitale italiana del libro»

Grande soddisfazione è stata espressa poi sull’impegno e sui risultati conseguiti dall’Amministrazione e dalla città in ambito culturale, a partire dalla conquista del titolo come Capitale italiana del libro 2021. «Credo – ha spiegato il primo cittadino di Vibo Valentia – che l’essere stati eletti Capitate italiana del libro abbia rappresentato per noi un trampolino di lancio, stiamo riscuotendo tuttora grandi consensi e ci ritornano cose concrete. Una di queste – ha concluso – è l’Orchestra sinfonica della Calabria». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x