Ultimo aggiornamento alle 22:35
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il fatto

Caso “Miramare”, la procura di Reggio contesta un altro abuso d’ufficio a Falcomatà

Avviso di conclusione delle indagini per il sindaco sospeso per la mancata costituzione di parte civile del Comune nel processo

Pubblicato il: 31/12/2022 – 10:34
Caso “Miramare”, la procura di Reggio contesta un altro abuso d’ufficio a Falcomatà

REGGIO CALABRIA Il caso “Miramare” continua a essere fonte di guai per il sindaco sospeso di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatò. Secondo quanto riporta l’edizione odierna della “Gazzetta del Sud”, Falcomatà, condannato nelle scorse settimane in appello per la vicenda, ha ricevuto un avviso di conclusione delle indagini dalla procura di Reggio Calabria, che gli contesta un altro abuso d’ufficio: la mancata costituzione di parte civile del Comune di Reggio nel processo “Miramare” in cui il sindaco oggi sospeso  era imputato con quasi tutta la sua prima Giunta e l’ente era persona offesa. La vicenda sarebbe nata dopo la denuncia di Italo Palmara, presidente dell’associazione politico-culturale “Reggio Futura”. Lo stesso Falcomatà, contattato dalla “Gazzetta del Sud”, ha riferito di “avere piena fiducia l’agire della magistratura, certo dell’assoluta bontà del mio operato”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x