Ultimo aggiornamento alle 23:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

sanità

“Mater Domini”, la Ferro: «Non occorre un Dpcm, Occhiuto ha già chiesto un parere»

Il sottosegretario sull’azienda unica di Catanzaro: «Il ministro Schillaci condivide la necessità dell’intesa tra Regione e Umg»

Pubblicato il: 14/01/2023 – 16:16
“Mater Domini”, la Ferro: «Non occorre un Dpcm, Occhiuto ha già chiesto un parere»

CATANZARO «Per il riconoscimento dell’Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini a mio avviso non è necessaria l’adozione di un Dpcm. Grazie all’attenzione del ministro Orazio Schillaci e al lavoro dell’ufficio legislativo  del Ministero della Salute, auspico che si possa individuare un percorso tecnico-giuridico capace di consentire in brevissimo tempo di superare gli ostacoli posti dal precedente governo, che con il ministro Speranza aveva previsto la necessità di un apposito Dpcm». A renderlo noto è il sottosegretario all’Interno Wanda Ferro, che aggiunge: «È una vicenda che ho seguito in queste settimane, predisponendo anche note tecniche, con il ministro della Salute Orazio Schillaci,  che condivide la necessità di procedere alla sottoscrizione del protocollo di intesa tra Regione Calabria e Università Magna Graecia e definire al più presto l’iter per la nascita della nuova azienda unica di Catanzaro. A tal fine il presidente Roberto Occhiuto, con cui mi sono confrontata e che ha in corso una approfondita interlocuzione con il Ministero, ha già formulato la richiesta di un parere. Con il presidente Occhiuto – aggiunge Wanda Ferro – ci siamo anche confrontati sulla necessità di salvaguardare l’attuale presidio ospedaliero “Pugliese”, per l’importantissimo ruolo che riveste nel sistema dell’assistenza sanitaria del capoluogo e dell’intera area centrale della Calabria, intervenendo per la soluzione dei problemi strutturali che interessano l’ospedale». Il sottosegretario Ferro, infine, esprime «rammarico per l’impossibilità di prendere parte al Consiglio comunale aperto di lunedì, essendo impegnata in aula alla Camera per la discussione di un decreto in materia elettorale, che riguarda l’ambito degli enti locali al quale è stata delegata dal ministro Piantedosi, e non essendo contemplata dal regolamento del Comune di Catanzaro la partecipazione da remoto».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x