Ultimo aggiornamento alle 15:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

infrastrutture

Statale (ancora) interrotta ad Amantea, vertice in Prefettura – VIDEO

Operai in azione a Coreca dopo la frana. Si valuta la condizione del costone che è ceduto. Vertice domani con l’Anas ed il sindaco Pellegrino

Pubblicato il: 24/01/2023 – 13:07
di Roberto De Santo
Statale (ancora) interrotta ad Amantea, vertice in Prefettura – VIDEO

AMANTEA Resta ancora chiuso il tratto della statale tirrenica cosentina in località Coreca interessato ieri da una frana. Sul posto sono all’opera gli operai della ditta incaricata dall’Anas – società che gestisce la statale – per rimuovere i massi rotolati giù dal costone della collina che sovrasta la statale. E dunque per il momento la viabilità lungo l’importante arteria stradale resta interrotta spaccando praticamente in due il Tirreno cosentino.
Secondo quanto appreso, la ditta ha avuto anche l’incarico dall’Anas di compiere una prima valutazione sullo “stato di salute” del costone coinvolto nel cedimento per comprenderne l’entità del danno cagionato – stando alle prime risultanze – dalle copiose piogge cadute nella zona. Ma anche a causa di alcuni incendi che nel tempo hanno coinvolto la collinetta distruggendo la vegetazione che permetteva all’area di drenare meglio le piogge e prevenire eventuali cedimenti.

Gli operai al lavoro fanno precipitare i massi dal costone


Su quel costone entrerà in azione anche una squadra di rocciatori che sapranno meglio comprendere eventuali rischi di nuovi cedimenti. Per cui è difficile, stando alle indicazioni emerse, stabilire un’esatta tempistica per la riapertura della strada. Una situazione quella della viabilità lungo la statale 18 nel tratto amanteano divenuta ora particolarmente critica, visto che il percorso principale della Tirrenica – per via della chiusura della galleria di Coreca – era già interrotto da settembre per un intervento di manutenzione programmato dalla stessa Anas.  E che la riapertura è prevista non prima della metà di luglio prossimo
Proprio a causa della doppia chiusura sia del percorso alternativo che passa dalla zona franata che di quello principale, i numerosissimi automobilisti sono costretti a compiere delle vere e proprie imprese per percorrere la zona. L’unico percorso rapido ora utilizzabile – il tratto che da Lago conduce al fondo valle dell’Oliva – infatti passa da strade interne sconnesse e decisamente strette.
Da qui anche un vertice programmato alle 15,30 in Prefettura dallo stesso prefetto di Cosenza, Vittoria Ciaramella, su sollecitazione anche del sindaco di Amantea Vincenzo Pellegrino.
Un comitato operativo per la viabilità a cui sono chiamati a rispondere soprattutto i vertici dell’Anas per garantire tempi e modi per restituire rapidamente la fruibilità della statale tirrenica ai cittadini che vivono e lavorano nella zona, ma anche ai tantissimi automobilisti che percorrono questa arteria fondamentale per il collegamento con il resto del Paese. Intanto, si apprende, che il tratto verrà presidiato anche durante le ore notturne per evitare eventuali “forzi” del blocco stradale apposto nella zona interessata dalla frana. (r.desanto@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x