Ultimo aggiornamento alle 22:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il vertice

Mancuso ai Garanti dei diritti dei detenuti e dei minori: «Rendiamo la Calabria una regione normale»

A Palazzo Campanella incontro tra il presidente del Consiglio regionale, Muglia, Marziale e Stanganelli

Pubblicato il: 26/01/2023 – 12:00
Mancuso ai Garanti dei diritti dei detenuti e dei minori: «Rendiamo la Calabria una regione normale»

REGGIO CALABRIA «Sebbene ciascuno per le proprie prerogative legislative e le relative responsabilità, l’obiettivo prioritario, dei Garanti e del Consiglio regionale, è dare corpo e sostanza ai diritti fondamentali dei cittadini. Agendo insieme potremo rendere la Calabria una regione normale». Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso, incontrando a Palazzo Campanella il Garante dei diritti delle persone detenute Luca Muglia, il Garante per l’infanzia e l’adolescenza Antonio Marziale e il Garante della salute Anna Maria Stanganelli. Mancuso ha aggiunto che «in ossequio ai principi costituzionali, ci si attende che il Garante dei diritti delle persone detenute contribuisca a salvaguardare i diritti, promuovendone e assicurandone il rispetto, delle persone private della libertà personale, favorendone il recupero e il reinserimento nella società. Dopo la relazione rassegnata nel 2020 dal Garante pro tempore, il Consiglio regionale attende un report che analizzi le osservazioni di tutti i soggetti che operano nelle carceri e le criticità che si riscontrano nei dodici istituti di pena della Calabria, dal sovraffollamento alle carenze negli organici della polizia penitenziaria». In riferimento ai minori, Mancuso ha sottolineato: «Al centro delle politiche sociali, dello Stato e della Regione, vanno messi i minori e la salvaguardia della loro dignità e libertà. Alla richiesta di aiuto di bambini e adolescenti, dobbiamo saper accorrere con la consapevolezza che, se non si è capaci di tutelarli, ogni principio giuridico ed etico rischia di risultare retorico». Inoltre: «Dal Garante per il diritto alla salute, dinanzi ai vistosi deficit del Servizio sanitario regionale, provocati da decenni di disattenzioni, ci si aspetta massima allerta. Convinti che, assieme all’impegno del Commissario ad acta che coincide con il Presidente della Giunta e di tutte le forze politiche presenti nell’Assemblea legislativa, si riuscirà a migliorare l’offerta assistenziale sul territorio, ad assicurare la razionalizzazione della spesa e l’ottimizzazione delle risorse».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x