Ultimo aggiornamento alle 18:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

L’evento

Bit 2023, il cinema racconta la Calabria. «Set naturale e straordinario»

Attori e registi presenti al panel dedicato al Cineturismo. Preziosi lancia il film girato a Brancaleone. «Un progetto che mi fa tremare le gambe»

Pubblicato il: 12/02/2023 – 15:00
di Fabio Benincasa
Bit 2023, il cinema racconta la Calabria. «Set naturale e straordinario»

MILANO Un panel dedicato al Cineturismo, con la presenza di alcuni artisti che hanno raccontato e racconteranno il loro impegno in Calabria nei prossimi mesi attraverso i loro set. A Bit Milano 2023, Calabria Straordinaria ospita un evento al quale prendono parte registi e attori calabresi. Ma non solo, al panel partecipa anche l’attore Alessandro Preziosi.

Il film a Brancaleone

«È molto coraggioso concentrarsi su un luogo come Brancaleone, importante per la Calabria e i calabresi che rivive in un film a cura della Film commission. Un progetto che mi fa tremare un po’ le gambe». L’attore Alessandro Preziosi, ospite dello stand della Calabria alla Bit Milano 2023 illustra al Corriere della Calabria il prossimo impegno cinematografico. Un film girato in Calabria, a Brancaleone, riadattamento del romanzo di Cesare Pavese “Il Carcere”. Sulla Calabria e sulla promozione della Regione grazie al cinema, Preziosi si dice convinto della bontà del progetto anche se – scherza l’attore – «vorrei che luoghi incantati come la Calabria possano riuscire a resistere al turismo di massa».

Il cuore palmese dei Manetti Bros.

Allo stand Calabria Straordinaria, la presenza dei Manetti Bros, registi originari di Palmi. «Nostra mamma è nata a Palmi, vive l’ e noi siamo orgogliosamente calabresi», raccontano al Corriere della Calabria. «Il nostro prossimo impegno? Beh non possiamo anticiparvi molto, ma possiamo dire che in qualche modo rientra anche la figura di San Rocco». Sulla narrazione della Calabria attraverso il cinema, i Manetti Bros. si mostrano particolarmente soddisfatti del percorso intrapreso: «Pensiamo possa essere la strada giusta per promuovere una Regione meravigliosa».

La musica e il talento di Calopresti, Cammariere e Lina Siciliano

«Sono nato a Crotone e il mare ha ispirato la mia musica. Mi ha insegnato ad amare la natura e questa terra», dice il musicista Sergio Cammariere. «Oggi sono un’anima creativa, grazie anche ad una terra che mi ispira». Il maestro crotonese ha realizzato la colonna sonora del fil “L’Abbuffata” del regista calabrese Mimmo Calopresti, presente alla Bit 2023 nello stand della Calabria. «Il cinema racconta storie, con i corti è possibile farla raccontare a più persone soprattutto ai giovani. Ogni mezzo va bene. Storia, radici, musiche e video consentono di raccontare una realtà tutta da scoprire», racconta Calopresti al Corriere della Calabria. Presente al panel dedicato al cinema ed alla narrazione della Calabria, anche l’attrice Lina Siciliano protagonista de “Una Femmina”, film cult calabrese che nell’ultimo anno ha ottenuto grandi riconoscimenti dalla critica. «Una volta era più difficile per noi giovani attori essere protagonisti in Calabria, oggi il vento è cambiato ed abbiamo molte opportunità. Speriamo di poter continuare a far crescere l’industria cinematografica della Regione, un set naturale e straordinario». (f.benincasa@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x