Ultimo aggiornamento alle 15:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

dalla regione

Revisione della normativa quadro e nuova Agenzia, alla Cittadella si prepara la riforma del lavoro

L’Azienda Calabria Lavoro in via di trasformazione in ente pubblico non economico. Intanto la Giunta nomina la Latella commissario dell’ente

Pubblicato il: 13/03/2023 – 8:19
Revisione della normativa quadro e nuova Agenzia, alla Cittadella si prepara la riforma del lavoro

CATANZARO Una riforma di carattere normativo e di governance. In tema di lavoro e di politiche attive la Giunta regionale guidata dal presidente Roberto Occhiuto ha messo in agenda una serie di provvedimenti destinati a modificare l’assetto attuale, prevedendo anche la nascita di una Agenzia attraverso la trasformazione della mission di Azienda Calabria Lavoro. A renderlo noto un comunicato diffuso dall’ufficio stampa della Cittadella del 9 gennaio scorso, a confermarlo la recente delibera con la quale è stato nominato il commissario straordinario di Calabria Lavoro, la funzionaria di ruolo della Giunta lena Maria Latella. Nel provvedimento infatti si legge: «È in discussione, in un apposito tavolo inter-dipartimentale ed inter-assessorile ed in via di formalizzazione, una proposta di legge di iniziativa della Giunta Regionale di revisione della legge regionale 5/2001 recante in oggetto ”Legge quadro per il mercato del lavoro e le politiche attive”, che prevede tra l’altro la modifica dell’assetto giuridico di Azienda Calabria Lavoro, da ente pubblico economico a ente pubblico non economico dotato di personalità giuridica di diritto pubblico». In pratica – si apprende da fonti della Cittadella – Calabria Lavoro verrebbe trasformata in una Agenzia per le politiche attive del lavoro (nell’acronimo Acl): ovviamente ci sarebbero ancora vari passaggi da concludere e varie soluzioni da ponderare (una di queste riguarderebbe l’incorporazione o meno dei Centri per l’impiego nella nuova agenzia). Nelle prossime settimane comunque il progetto potrebbe vedere la luce. Nel frattempo, la Giunta in una delle ultime sedute ha proceduto a revocare una delibera di gennaio che aveva individuato in Lucio Dattola il commissario straordinario di Azienda Calabria Lavoro designando nel ruolo la Latella, nominata per sei mesi e comunque fino alla nomina del direttore generale: per la Giunta comunque «l’azione richiesta ad Azienda Calabria Lavoro, nella fase di transizione verso il nuovo ente, deve essere rapida e tempestiva per il soddisfacimento delle esigenze connesse al mercato del lavoro, finalizzate in ultima analisi alla creazione di condizioni di stabilità lavorativa e superamento del precariato». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x