Ultimo aggiornamento alle 21:28
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il processo

Donata Bergamini: «Noi condannati all’ergastolo da chi non ha voluto scrivere la verità»

La sorella del calciatore dopo l’udienza: «In questa storia tanto dolore». Anselmo: «Ha lottato per 34 anni contro la giustizia che non voleva fare il suo corso»

Pubblicato il: 23/03/2023 – 14:53
Donata Bergamini: «Noi condannati all’ergastolo da chi non ha voluto scrivere la verità»

COSENZA «È stato molto doloroso per me ripercorrere quei giorni in cui non è stata scritta la verità. Devo dire che, oltre al dolore per la perdita mio fratello c’è un altro dolore grande ed è questo che ha portato me e la mia famiglia all’ergastolo, per quel magistrato che non ha voluto scrivere la verità». È appena terminata la prima parte della testimonianza di Donata Bergamini in aula nel processo per la morte di suo fratello Denis, ex calciatore del Cosenza (ne riferiremo in un servizio a parte). La commozione e la sofferenza sono palpabili. Davanti ai microfoni dei cronisti, Donata Bergamini non le nasconde. Così come non nasconde il disappunto verso chi non avrebbe «scritto la verità» anni fa, quando – è l’opinione della famiglia – si sarebbe potuto dare un volto e un nome ai presunti aguzzini dell’atleta che ha perso la vita a Roseto Capo Spulico. Accanto a Donata l’avvocato Fabio Anselmo, per il quale «durante l’udienza è apparsa tutta l’umanità di una donna che ha lottato per 34 anni contro la giustizia che non voleva fare il suo corso». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x