Ultimo aggiornamento alle 16:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

“trigarium”

«La mia persona non rientra in quella “della cosca Bagnato”»

Luigi Piro: «In primo e in secondo grado ritenuta infondata l’accusa dell’aggravante del metodo mafioso

Pubblicato il: 11/04/2023 – 11:49
«La mia persona non rientra in quella “della cosca Bagnato”»

CROTONE «La mia persona (Piro Luigi) insieme a quella dei tecnici Fonte, Colao, Iaquinta Giovanni non rientra in quella “della cosca Bagnato”». Lo afferma Luigi Piro, in riferimento all’articolo apparso nei giorni scorsi su alcune condanne nel processo scaturito dall’operazione Trigarium (qui). «Già nel primo grado di giudizio a Crotone – ricorda Luigi Piro –  è stata ritenuta infondata l’accusa dell’aggravante del metodo mafioso. Anche in appello i giudici del secondo grado hanno confermato tale ipotesi restando valida solo la condanna sull’abuso d’ufficio per il rilascio di una licenza edilizia in sanatoria per un fienile ad uno degli esponenti del clan». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x