Ultimo aggiornamento alle 23:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Regional Competitiveness Index

La Calabria è la peggiore regione italiana (e tra le ultime in Europa) per indice di competitività

È quanto emerge dall’ultimo rapporto Ue sulla misura utilizzata per studiare i livelli di attrattività e sostenibilità, per aziende e residenti, delle regioni europee

Pubblicato il: 16/04/2023 – 19:26
La Calabria è la peggiore regione italiana (e tra le ultime in Europa) per indice di competitività

BRUXELLES La Calabria è l’ultima regione italiana per indice di competitività. È quanto emerge dall’ultimo rapporto della Commissione europea sul Regional Competitiveness Index, la misura utilizzata per studiare i livelli di attrattività e sostenibilità, per aziende e residenti, delle regioni europee. Con il 58,9, la Calabria compare tra le ultimissime posizioni a livello europeo (classificandosi 221esima su 234 regioni totali). L’indice viene elaborato sulla base di 68 indicatori. Questi sono relativi al grado di efficienza, d’innovazione e ad altre circostanze interne alle regioni europee: come possono essere i livelli d’istruzione, sanitari o riguardanti la stabilità macroeconomica. L’indice va comparato alla media europea, impostata a quota 100. Questo numero funge da spartiacque tra ciò che è competitivo (superiore a 100) e ciò che, invece, non lo è (inferiore a 100). Il nostro Paese, nel 2022, ha raggiunto la quota di 84,1. Un risultato che lo porta al ventunesimo posto nella classifica per attrattività e sostenibilità (dopo Cipro e prima dell’Ungheria).

Nel Mezzogiorno la peggiore è la Calabria

Solo la Lombardia supera la soglia minima di 100 impostata dalla Commissione (quantificando un 103,3, quindi solo di poco al di sopra dell’asticella). Per il resto delle regioni italiane, la Penisola appare ancora una volta spaccata tra Nord e Sud. Nel Mezzogiorno, appunto, la peggiore è la Calabria. La Sardegna risale rispetto alle altre regioni del Sud Italia, occupando la posizione numero 203 su 234 complessive in Europa. L’Isola è davanti a Sicilia, Calabria, Puglia e Basilicata e subito dietro il Molise. La Sardegna rispetto agli ultimi anni scala qualche posizione, con un indice di 67,7, più alto rispetto a Calabria (58,9), Sicilia (60,8), Puglia (67,4), Basilicata (66,9). Risultano sopra l’Isola la Campania (69,3), il Molise (68,4). Salendo lungo lo Stivale cresce l’indice di competitività, con il Lazio che registra un quoziente di 91,8, dietro Veneto (92,4) e la Lombardia capoclassifica con 103,3. L’Italia, come detto, è complessivamente al ventunesimo posto per competitività rispetto ai 27 Paesi Ue.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x