Ultimo aggiornamento alle 21:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

sanità

Minutolo: «Non si perda altro tempo, il nuovo ospedale di Cosenza si realizzi prima del 2027»

Per l’ex sindaco della città e attuale presidente di “Io partecipiamo” i cosentini hanno bisogno di avere al più presto un presidio sanitario

Pubblicato il: 16/04/2023 – 16:02
Minutolo: «Non si perda altro tempo, il nuovo ospedale di Cosenza si realizzi prima del 2027»

COSENZA «Con l’assegnazione del suolo per la realizzazione del nuovo ospedale di Cosenza in località Vaglio Lise e dopo l’incontro del sindaco Franz Caruso con il presidente della Regione Roberto Occhiuto, sembrava che sussistessero finalmente i presupposti per pronunciare la parola fineall’annoso e dannoso conflitto istituzionale che in passato aveva visto prevalere giochi di potere e desideri di primazia politica sull’interesse pubblico causando colpevoli ritardi all’apertura dei cantieri. La realizzazione del nuovo ospedale è molto, molto più importante di qualsiasi altra opera pubblica ed i tempi d’attuazione non possono essere quelli indicati nel cronoprogramma Inail che prevede l’inizio dei lavori verso la fine 2027, se tutto andrà bene». A dirlo è l’ex sindaco di Cosenza e attuale presidente Associazione “Io partecipiamo” Piero Minutolo.

Piero Minutolo

«Non è da escludere però – continua Minutolo – che i tempi potrebbero essere addirittura più lunghi di quelli ipotizzati. La storia dei lavori pubblici in Calabria, purtroppo, è contraddistinta quasi sempre da intollerabili ritardi, da opere consegnate al mare magnum delle incompiute e da non pochi casi di grandi risorse finanziarie perdute. Ed in effetti dopo sedici anni dal primo finanziamento (2007), i lavori relativi alla costruzione dei nuovi ospedali della Sibaritide, di Vibo Valentia e della Piana di Gioia Tauro, saranno ultimati soltanto fra tre o quattro anni, se risulteranno attendibili le previsioni del cronoprogramma reso noto pochi giorni fa. Per non parlare della strada Longobucco – Mare che a distanza di trentatré anni deve essere ancora completata, della montagna di soldi perduti dopo la bocciatura del progetto di Metropolitana leggera Cosenza – Rende – Università della Calabria da parte della Commissione europea per via dell’esagerata lievitazione dei costi previsti per la sua realizzazione nonché dell’aeroporto di Sibari e dello svincolo autostradale a Cosenza sud, precipitati dopo anni di promesse in un oscuro cono d’ombra. Mentre è calato il silenzio sul contratto di programma tra Rete Ferroviaria italiana e Ministero delle infrastrutture che prevede anche il collegamento ferroviario tra la stazione e l’aeroporto di Lamezia Terme».

«Caruso fa bene a far sentire la sua voce»

«Fa bene il sindaco Franz Caruso – afferma l’ex primo cittadino di Cosenza – a far sentire la sua voce per sollecitare una decisa e netta inversione di tendenza rispetto al passato adottando procedure snelle e tempi ragionevolmente brevi per la realizzazione del nuovo ospedale. La comunità dei cosentini ha bisogno di avere al più presto un presidio sanitario sicuro e attrezzato di moderne strumentazioni e di una dotazione organica in grado di assicurare una rapida ed efficace capacità di risposta alla domanda di salute, anche per porre finalmente fine alla triste e costosa piaga dell’annosa emigrazione sanitaria».                                                                        

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x