Ultimo aggiornamento alle 23:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

le proposte

Cosenza, le richieste di Italia Viva all’assessore regionale ai Trasporti

Una piattaforma in nove punti esposta nell’incontro tra la delegazione guidata da Nunzia Paese ed Emma Staine

Pubblicato il: 27/04/2023 – 17:19
Cosenza, le richieste di Italia Viva all’assessore regionale ai Trasporti

COSENZA Una delegazione di Italia Viva guidata dalla coordinatrice di Cosenza Nunzia Paese si è incontrata nella giornata di ieri 26 aprile con l’assessore ai Trasporti, Emma Staine.
Per organizzare al meglio l’attività politica sul territorio, Italia Viva ha dato vita ad una serie di Coordinamenti tematici che hanno impegnato i militanti nell’elaborazione di proposte e soluzioni concrete per migliorare la qualità della vita dei cittadini iniziando a mettere mano al sistema dei trasporti e della mobilità urbana con l’obiettivo di efficientare i servizi alle persone – pendolari e viaggiatori – e dare nuova linfa a commercio, turismo e ad un più generale piano di espansione economica.
Una società moderna ha esigenze di mobilità sempre nuove e diverse, che devono essere sostenute attraverso infrastrutture e collegamenti cadenzati, veloci e puntuali.
Le proposte di cui Italia Viva si è fatta portavoce e promotore, a carattere prevalentemente organizzativo, sono idee concrete che possono essere attuate in tempi relativamente brevi e senza bisogno di impegnare grosse risorse economiche:

  1. Piattaforma regionale unica integrata per orari e percorsi dei Trasporti ferroviari e autoservizi;
  2. Ampliamento del numero delle corse ferroviarie sulla tratta Cosenza – Paola in relazione alle esigenze esposte dai pendolari con riferimento soprattutto alle ore serali;
  3. Ottimizzazione dei collegamenti Cosenza – Unical. I servizi su questa tratta risalgono agli anni 90 e, da allora, l’unico progetto, poi abortito, è stato quello della Metropolitana leggera. L’importanza strategica dell’Unical e la necessità di integrare l’area urbana di Cosenza con il comprensorio che ruota attorno all’Università della Calabria per consentire a persone e studenti di muoversi velocemente e senza auto, impone un incremento strutturale dei servizi di mobilità su questa fascia;
  4. Un primo intervento per migliore il collegamento Cosenza – Unical passa dalla realizzazione del Passante ferroviario da piazza Matteotti attraverso la sede delle Ferrovie della Calabria per congiungere l’Unical a Settimo, con fermate e collegamenti a pettine sul territorio;
  5. Un piano di mobilità che si rispetti non può non coinvolgere l’aeroporto internazionale di Lamezia Terme che, al momento, è collegato con l’area urbana cosentina in modo largamente insufficiente e con gravi carenze sotto il profilo informativo e pubblicistico;
  6. Incremento della quantità e qualità dei collegamenti attraverso treni Interregionali lungo le direttrici Salerno – Napoli e Taranto – Puglia che adesso sono garantiti da due miseri treni inter-city giornalieri.
  7. Realizzazione di un sistema di tipo Metropolitano lungo la costa tirrenica e ionica, con fermate frequenti e modalità organizzative di tipo tipicamente metropolitano capaci di sostenere l’incremento turistico e lo sviluppo del territorio fino ad oggi frenati dalla congestione della SS18.
  8. Rimodernare e implementare il collegamento lungo la direttrice Cosenza – Sibari aggiungendo alle fermate di Torano e San Marco anche Mongrassano e Montalto Uffugo.
  9. Aprire la biglietteria di Scalea almeno nel periodo estivo significherebbe offrire un servizio minimo ad una popolazione prevalentemente turistica che, in quei mesi, raggiunge anche i 100mila residenti.
    Un’attenzione che non va limitata al territorio dell’Alto tirreno cosentino ma occorre applicare ai collegamenti ferroviari e alle autolinee di tutte le località turistiche della regione: dal Pollino allo Stretto.
    Le proposte di Italia Viva si pongono nel segno della sostenibilità ambientale: l’utilizzo dei mezzi pubblici limita parecchio l’uso delle automobili e questo ha innegabili effetti benefici sull’inquinamento ambientale e impatta inoltre positivamente limitando i rischi connessi agli incidenti stradali.
    Nei mesi scorsi la Regione Calabria ha fornito alle aziende di trasporto Trenitalia e Autoservizi mezzi dotati delle tecnologie più moderne con cui è possibile abbreviare le percorrenze e rendere il sistema di mobilità più efficiente e funzionale.
    Nel corso della riunione, che si è svolta in un clima di condivisione e piena cordialità, l’assessore Staine ha dato evidenza di una serie di azioni già avviate e in fase di studio con l’obiettivo di gestire al meglio il trasporto regionale calabrese e gettare le basi per recuperare il gap che si è accumulato in oltre trenta anni di disservizi e inefficienze.
    Le problematiche sono di per sé molto complesse e aggravate dalle peculiarità geografiche e dall’estensione del territorio calabrese. Tuttavia – è stato il monito dell’assessore ai Trasporti – il lavoro è stato avviato e le innovazioni non tarderanno a raggiungere i calabresi e a dispiegare evidenti benefici.
    Italia Viva, nella consapevolezza della difficoltà del lavoro portato avanti dal presidente Occhiuto e della giunta regionale nel recuperare ritardi vecchi di decenni, conferma una linea improntata alla responsabilità e a sostenere le azioni di riforma intraprese su Trasporti, Ambiente, Mare pulito e Sanità che presto inizieranno a dispiegare i loro benefici effetti.
    In merito, sono già in programma ulteriori iniziative politiche pianificate dal coordinamento di Italia Viva per contribuire ad una energica azione di riforma e cambiamento negli altri settori di preminente interesse collettivo.
Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x