Ultimo aggiornamento alle 15:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’anticipazione

La nuova sfida di Orlandino Greco a Castrolibero. «Dico no alla “Grande Cosenza”»

A “L’altra Politica” continua il viaggio nelle elezioni amministrative. Il ritorno dell’ex sindaco. «Voglio dare continuità al buon lavoro fatto»

Pubblicato il: 03/05/2023 – 19:13
La nuova sfida di Orlandino Greco a Castrolibero. «Dico no alla “Grande Cosenza”»

LAMEZIA TERME Nuovo appuntamento con L’altra Politica – speciale elezioni amministrative, in onda questa sera alle 21 sul canale 75 de L’altro Corriere Tv. Ospite di Ugo Floro, Orlandino Greco candidato alla carica di sindaco del comune di Castrolibero in provincia di Cosenza. «Mi ricandido per dare continuità al buon lavoro amministrativo che da anni Rinascita Civica porta avanti, e che ha fatto di Castrolibero uno dei comuni più avanzati del Meridione». Orlandino Greco spiega così la scelta di proporsi ai cittadini di Castrolibero, dopo esserne già stato il sindaco tra il 2003 e il 2013. Una scelta che difende a spada tratta, nonostante la pendenza del processo penale che lo vede imputato: «Ho la coscienza pulita, sono innocente fino a prova del contrario, mi difenderò con determinazione, poi l’ambito giudiziario farà il suo corso, ma io rivendico il diritto di fare politica. Non si può morire in attesa di giudizio, la vita e la passione politica vanno avanti».
Ma ci sono anche altre ragioni alla base della ricandidatura di Greco, alcune delle quali si intrecciano fortemente con l’attualità politica, come il progetto di città unica riguardante Cosenza, Rende e la medesima Castrolibero. «Una fusione a freddo – dice l’ex consigliere regionale e attuale leader del movimento L’Italia del meridione – che non mi trova affatto d’accordo, e non certo per una idea pregiudiziale o per paura di perdere visibilità, figuriamoci. La motivazione per la quale non sono d’accordo sta nella assoluta mancanza di un progetto di fattibilità vero a sostegno della proposta della città unica. Non si può ragionare di fusioni senza studi approfonditi di compatibilità urbanistica, economica e sociale, e soprattutto senza una vera consultazione della volontà dei cittadini. Solo quando questi step saranno stati superati potremo cominciare a pensare alla città unica, ma attualmente non ne vedo le condizioni». Senza contare il dato per cui Orlandino Greco non è disposto «a compromettere i livelli dei servizi e di vivibilità che abbiamo raggiunto insieme ai nostri cittadini in tutti questi anni».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x