Ultimo aggiornamento alle 15:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

L’evento

A Palmi la festa può iniziare, oggi è il giorno della “Varia”

Alle 18 il grande carro verrà trainato lungo corso Garibaldi. Un rito che è stato dichiarato patrimonio culturale dell’Unesco dal 2013

Pubblicato il: 27/08/2023 – 9:02
A Palmi la festa può iniziare, oggi è il giorno della “Varia”

PALMI La festa può iniziare. A Palmi è tutto pronto per dare il via nel tardo pomeriggio alla festa della Varia. Il rito, divenuto nel 2013 patrimonio culturale dell’umanità Unesco, prenderà le mosse alle 18 quando l’enorme macchina a spalla della Varia verrà trainata lungo il corso Garibaldi.
Una cerimonia tra religiosità e tradizione popolare la cui prima edizione “moderna” risale al 1900, ma la sua storia risale al 1575 quando scoppiò a Messina un’epidemia di peste che si propagò rapidamente anche nel Reggino.
Palmi fu tra le cittadine che accolsero quanti fuggivano dalla città peloritana e tramite i suoi marinai mandarono aiuti alla popolazione colpita dal morbo.
Passata la fase acuta della calamità, la città di Messina con delibera del Senato decise di donare alle autorità ecclesiali di Palmi come segno di riconoscimento uno dei capelli (secondo la tradizione) della Madonna che sarebbero stati portati a Messina nel 42 d.C.
La consegna del sacro capello della Madonna, inserito in un reliquiario, avvenne poi nel 1582, con una traversata di molte imbarcazioni addobbate a festa partite dalla città siciliana e sbarcate a Palmi.
La popolazione accolse quell’evento con trepidazione e gioia. Da allora il popolo palmese iniziò a venerare la Madonna ribattezzata “della Sacra lettera” e diede vita anche al rito della Varia.
Si tratta di un enorme carro che rappresenta l’universo e l’assunzione in cielo della Vergine portato a braccio da 200 ‘mbuttaturi (portatori) e tirata da altrettante persone, che percorrerà la strada principale. Sulla “Varia” ci saranno oltre 30 figuranti che rappresentano la Vergine, il Padreterno, gli angeli e gli Apostoli. E a circa 16 metri di altezza si eleverà l’“Animella” scelta tra le bambine palmesi per raffigurare la Madonna assunta in cielo.
La struttura della Varia “moderna” pesa circa 20 tonnellate ed alta appunto 16 metri e risale al 1900 quando per volontà di Giuseppe Militano che volle riproporre quel rito antico dopo circa 30 anni dalla soppressione.
Un rito che richiama ormai migliaia e migliaia di visitatori e che si rinnoverà anche oggi a Palmi.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x