Ultimo aggiornamento alle 8:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

L’intervento

Sbarra all’Assemblea Cisl a Pizzo: «Realizzare il rigassificatore di Gioia Tauro»

Il segretario generale chiude la riunione regionale: «Il riscatto del Sud passa dall’utilizzo integrale degli investimenti del Pnrr»

Pubblicato il: 29/09/2023 – 18:31
Sbarra all’Assemblea Cisl a Pizzo: «Realizzare il rigassificatore di Gioia Tauro»

PIZZO «È partito in questi giorni in tutta Italia il percorso delle Assemblee organizzative regionali/interregionali e di categoria della Cisl che si concluderà a Roma con l’assise nazionale prevista all’Auditorium Massimo il 5 e 6 dicembre». Lo ha detto il leader della Cisl Luigi Sbarra a Pizzo Calabro chiudendo l’Assemblea Organizzativa della Cisl Calabria. «”Guidiamo il cambiamento” è il titolo che abbiamo scelto per questo grande momento di democrazia associativa, in cui iscritti, delegati, quadri e dirigenti saranno chiamati ad aggiornare gli strumenti organizzativi adeguandoli ai cambiamenti in atto», ha aggiunto il segretario generale della Cisl. «Si tratta di una importante occasione di partecipazione collettiva, di innovazione e di consolidamento dell’identità Cisl, uno spazio partecipato per riflettere sulle evidenti trasformazioni del mondo del lavoro e della società italiana, in una fase cruciale anche sul piano storico ed internazionale, in modo da poter riposizionare e ricalibrare l’azione della Cisl sul piano delle politiche organizzative, rafforzamento dell’articolazione della rappresentanza nei luoghi di lavoro e nel territorio, proselitismo, della formazione sindacale, dei servizi, della comunicazione, in linea con i nostri valori. Che significa maggiore centralità della persona e del lavoro, autonomia, rappresentanza e contrattazione, specie di secondo livello, partecipazione dei lavoratori e democrazia economica, corresponsabilità nel governo delle transizioni e nelle di scelte di politica sociale ed economica».

Sì al rigassificatore di Gioia Tauro

«Con la nostra Assemblea Organizzativa vogliamo avvicinarci sempre più alle persone, coinvolgere donne, giovani, anziani, migranti, lavoratori che cercano da noi soluzioni, attenzione, ascolto, orientamento, affiancamento, costruire un “cantiere della concretezza” che consolidi il nostro ruolo» ha precisato Sbarra. «L’Italia – ha continuato – ha bisogno di attivare ogni fibra della società per una crescita partecipata. Questa è la nostra ambizione: dalla nostra attività sindacale dipende non solo la crescita del sistema lavoro e il miglioramento delle condizioni sociali delle persone, ma anche la possibilità di dare finalmente vita, nel nostro Paese, ad un modello di sviluppo più equilibrato, competitivo, partecipativo». E al Governo la Cisl chiede «un patto con sindacati ed imprese che porti al riscatto delle fasce medie e popolari, ad una nuova politica dei redditi, ad una manovra redistributiva che difenda e rilanci salari e pensioni dissanguati dal caro vita». «Per il riscatto del Sud bisogna attuare integralmente gli investimenti del Pnrr e fare molto di più sull’occupazione giovanile e femminile, realizzare infrastrutture sociali e materiali che assicurino a tutti pieno godimento dei diritti di cittadinanza», ha ribadito il numero uno di via Po ritornando sulla necessità non più rinviabile di «rafforzare la fiscalità di sviluppo, realizzare impianti energetici come i rigassificatori di Gioia Tauro e Porto Empedocle, investire su rinnovabili e nuove tecnologie, infrastrutture che facciano della Calabria e del Sud un hub energetico e industriale».

Le parole di Russo

L’Assemblea è stata introdotta dal segretario regionale Tonino Russo, che ha parlato della Cisl come di «un’organizzazione che di fronte alle grandi transizioni green e digitale, alle trasformazioni del mercato del lavoro, della società, non arretra, ma accetta la sfida di guidare il cambiamento, mettendo al centro del proprio essere tre parole chiave: identità, partecipazione, innovazione». «Al nostro Paese – ha continuato – non servono divisioni, contrapposizioni, fazioni, ma un grande Patto sociale, una nuova stagione di dialogo sociale, concertazione, partecipazione»

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x