Ultimo aggiornamento alle 22:12
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

via libera

Lamezia, in Consiglio passa il Psc: altro ostacolo superato per Mascaro

Dopo 13 anni dal primo documento preliminare, via libera con 14 voti favorevoli allo strumento urbanistico

Pubblicato il: 03/10/2023 – 17:04
di Giorgio Curcio
Lamezia, in Consiglio passa il Psc: altro ostacolo superato per Mascaro

LAMEZIA TERME Sono passati poco più di 13 anni dal primo documento preliminare approvato nel 2010. In mezzo un paio di amministrazioni comunali, elezioni, e un altro paio di commissari. Con 14 voto favorevoli, due contrari e cinque astenuti, il Psc (Piano strutturale comunale) è stato definitivamente approvato in Consiglio comunale. Una giornata importantissima per la città di Lamezia Terme, cruciale anche per il futuro dell’amministrazione guidata dal sindaco Paolo Mascaro.

Ostacolo superato

La maggioranza, infatti, si ricompatta attorno ad una votazione destinata a segnare un passaggio storico per Lamezia Terme, con il via libera all’attesissimo strumento urbanistico che racchiude contenuti importantissimi per il futuro della città: dall’ambiente, alla difesa del territorio fino alle risorse patrimoniali, come ha ricordato nel suo intervento il progettista Giovanni Crocioni. Il piano approvato, partendo dai punti iniziali risalenti però a molti anni fa, ha tenuto conto secondo il progettista delle «le controdeduzioni e le osservazioni» che hanno permesso di intervenire su alcune linee, senza comunque stravolgere l’impianto generale.

Secondo successo per Mascaro

Il primo cittadino lametino e la sua maggioranza, dunque, in pochi giorni incassa due successi cruciali per la sopravvivenza dell’amministrazione: prima il via libera al Bilancio, ora il Psc. Segno che, al netto dei mal di pancia degli ultimi mesi, il peggio è ormai passato. I voti favorevoli sono arrivati da: Mascaro, Nicotera, Pegna, Davide Mastroianni, Caruso, Grandinetti, Paradiso, Gatto, D’Amico, Saullo, Zaffina, Pulice, Costantino, Spinelli mentre gli astenuti sono stati Arcieri, Cittadino, Lorena, Gallo, Antonio Mastroianni. Assenti al momento del voto sia Gianturco che Rubino, oltre a Guarascio e Saladini. Due i “no”, quelli di Piccioni e Folino. La seduta è stata aperta con l’ingresso di Dario Arcieri al posto della dimissionaria Aquila Villella. (g.curcio@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x