Ultimo aggiornamento alle 23:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il punto politico

Sprint per la “Omnibus” e porto di Gioia, il centrodestra detta l’agenda del Consiglio regionale

Domani seduta a Palazzo Campanella. All’ordine del giorno anche le mozioni contro la direttiva Ets, con risicate possibilità di una mediazione

Pubblicato il: 22/10/2023 – 15:22
Sprint per la “Omnibus” e porto di Gioia, il centrodestra detta l’agenda del Consiglio regionale

REGGIO CALABRIA Poco più di 15 minuti, 17 minuti per la precisione. Tanto è durata l’ultima seduta della prima Commissione del Consiglio regionale, convocata quasi ad horas con un solo obiettivo: approvare senza perdere tempo l’ultima proposta di legge “Omnibus” preparata dalla maggioranza di centrodestra. Tempi strettissimi, dunque, per questo testo normativo che – si apprende da fonti della maggioranza – dovrebbe approdare in aula già nella seduta di domani, “fuori sacco” come si dice in gergo. Una sorta di blitz del centrodestra che ormai ha assunto questa tecnica della “Omnibus” – norme su materie estraente eterogenee contenute in una sola legge – come una caratteristiche di questa legislatura: sono almeno 6 – esclusa quest’ultima – le Pdl già votate con queste caratteristiche.

I contenuti della Omnibus

Sul piano dei contenuti, è evidente che questa ultima “Omnibus” risponde anche ad alcune urgenze, legate alla necessità di “sistemare” qualche altra legge regionale sulla quale il governo nazionale ha minacciato l’impugnazione davanti la Corte costituzionale: in ossequio al principio di leale collaborazione istituzionale dunque la maggioranza non intende creare strappi con Palazzo Chigi. In questa categoria rientra la gran parte delle previsioni della “Omnibus”. Per il resto si interviene per sbloccare l’impasse nell’affidamento del servizio di Tesoriera della regione cancellando il sistema unico centralizzato (in pratica ogni ente di rilevanza regionale si dovrà ora trovare un proprio tesoriere), si stanziano fondi – per oltre 11 milioni – per la forestazione, si consente al Formez di nominare una sottocommissione per i concorsi regionali e si allunga il termine di conclusione della liquidazione del “carrozzone” Calabria Etica, termine ora fissato al 31 dicembre 2024. In prima Commissione tutto questo è filato liscio senza il minimo dibattito, anche l’opposizione di centrosinistra non è pervenuta.

L’ordine del giorno con Gioia Tauro

La Omnibus quindi viaggia vero l’ok del Consiglio regionale di domani, che per il resto ha un ordine del giorno al momento abbastanza di routine, con una pletora di interrogazioni finora mai discusse e ora da smaltire 8anche se in buona parte ormai non più attuali). Ma a destare un certo interesse sarà la discussione della mozione del centrodestra contro la direttiva Ue sulle emissioni inquinanti che mette a rischio il futuro del porto di Gioia Tauro e probabilmente anche della mozione del Pd sullo stesso tema. Le due mozioni hanno identica finalità – sterilizzare i potenziali effetti esplosivi della direttiva – ma la perseguono partendo da visioni diverse, perché i democrat sono meno duri nella contestazione alla direttiva ritenendo comunque importante il criterio della sostenibilità ambientale. Qualche consigliere mosso da “buona volontà” dell’uno e dell’altro schieramento – a quanto risulta – starebbe lavorando a una mediazione che possa portare a una mozione unitaria, cosa che renderebbe la battaglia della Regione più forte e credibile ma l’impressione è che non sarà così e che la maggioranza di centrodestra alla fine voglia far valere la logica dei numeri. (a. cant.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x