Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la vicenda

Rubano una Panda, due arresti nella tendopoli di San Ferdinando

Si tratta di due cittadini del Gambia. Il primo ha tentato di darsi alla fuga, l’altro è stato trovato in possesso di marijuana

Pubblicato il: 23/11/2023 – 10:17
Rubano una Panda, due arresti nella tendopoli di San Ferdinando

GIOIA TAURO Agenti della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di Gioia Tauro hanno arrestato due cittadini extracomunitari accusati dei reati di ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale. In particolare, dopo la denuncia del furto di un’auto sporta da un cittadino di Rizziconi al personale della Polizia di Stato in servizio nella tendopoli di San Ferdinando, gli agenti hanno notato, poco dopo, uscire dalla tendopoli un’autovettura Fiat Panda, che corrispondeva alla descrizione fatta dal denunciante.

L’inseguimento e l’arresto

Il personale della Uigos di Gioia Tauro, dopo un breve inseguimento, ha fermato l’auto condotta da un cittadino gambiano che è stato subito bloccato, mentre il passeggero, anch’egli del Gambia, ha tentato di darsi alla fuga a piedi ed è stato fermato, dopo un breve inseguimento, da un dipendente del Commissariato di Gioia Tauro ed uno del Commissariato di Cittanova, con l’ausilio di un militare dell’Arma dei Carabinieri della Tenenza di Rosarno. L’uomo ha tentato di resistere all’arresto con calci e pugni ma è stato bloccato dal personale intervenuto. I due soggetti sono stati sottoposti a perquisizione e addosso al passeggero gli agenti hanno rinvenuto, occultati tra gli slip, 5 involucri di cellophane con all’interno della sostanza stupefacente del tipo marijuana e uno spray urticante al peperoncino. All’interno dell’auto rubata è stato rinvenuto e sequestrato, sotto il sedile lato guida, anche un coltello da macellaio della lunghezza totale di 25 cm con lama di 15 cm.

Auto restituita

L’autovettura oggetto di furto, ultimati gli atti di rito, è stata riconsegnata all’avente diritto. Gli arrestati sono stati poi deferiti in stato di libertà per porto di oggetti atti ad offendere e il soggetto trovato in possesso degli involucri contenenti marijuana è stato denunciato anche per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente. A seguito del giudizio direttissimo, il Giudice monocratico del Tribunale di Palmi ha convalidato l’arresto e ha disposto per entrambi l’applicazione della misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x