Ultimo aggiornamento alle 11:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’iniziativa

Ente nazionale sordi: «La legge approvata dal Consiglio regionale è un bel passo avanti»

In Cittadella il confronto organizzato dall’Ens. Mancuso: «Dalla politica calabrese all’unanimità un segnale di vicinanza»

Pubblicato il: 01/12/2023 – 14:02
Ente nazionale sordi: «La legge approvata dal Consiglio regionale è un bel passo avanti»

CATANZARO “I diritti inviolabili delle persone sorde e delle persone sorde con più disabilità”: è stato questo il tema del convegno organizzato oggi nella sede della Regione a Catanzaro dall’Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordi (Ens) in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità. L’incontro ha rappresentato l’occasione per fare il punto delle attività messe in campo dalle istituzioni, con particolare riferimento alla legge recentemente approvata dal Consiglio regionale a sostegno delle persone sorde. «Quando la politica mostra sensibilità è già una cosa grande. Il fatto che sia stato fatto qui in Calabria è ancora di più,  rappresenta sicuramente un passo per avvicinarsi alla comunità delle persone sorde e affrontare le difficoltà di queste persone, che sono difficoltà di tipo comunicativo», ha detto il presidente nazionale dell’Ens Raffaele Cagnazzo: «Quindi – ha aggiunto Cagnazzo – riconoscere la lingua dei segni rappresenta per noi la possibilità di avere un pieno accesso a tutte le informazioni, perché significa poter avere servizi di interpretariato e quindi significa non escludere nessuno, che è l’obiettivo che si pone alla giornata di quest’oggi. quindi essere uniti e vicini alla comunità delle persone sorde. La lingua dei segni per noi costituisce un diritto ed è un diritto anche per voi, non è solo il nostro diritto, quindi dobbiamo far unire questi due mondi e collaborare insieme anche a livello politico importante». Anche Antonio Mirijello, presidente regionale dell’Ens, ha ringraziato il Consiglio regionale per una legge che «ci consente appunto di abbattere le nostre barriere comunicative e di poter comunicare attraverso la lingua dei segni».

L’intervento di Mancuso

Tra gli intervenuti, l’arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, monsignor Claudio Maniago, e il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso: «La legge che abbiamo approvato – ha osservato Mancuso – è un segnale importante di vicinanza ad un mondo che molto spesso è stato sottovalutato e trascurato. È un segno tangibile anche se il finanziamento della legge esiguo solo 40.000 euro, però è un punto di partenza. Speriamo che con questa si dia la possibilità di avere accesso a informazioni per un certo numero di persone, ma speriamo che si possa anche incrementare ai fini degli studi, l’accesso agli uffici. Prendo la paternità dell’idea per me con il mio gruppo consigliare, però va ribadito che è stata approvata all’unanimità, quindi un plauso ogni tanto anche al Consiglio regionale quando riesce ad unirsi su tematiche così importanti». Nel corso dell’incontro è stata poi premiata l’atleta sorda Noemi Canino, vincitrice di due ori e 4 argenti al Word Swimming Championship 2023 a Buenos Aires: per lei il plauso di tutti i presenti, in particolare di Antonello Scagliola, presidente del Comitato paralimpico Calabria. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x