Ultimo aggiornamento alle 10:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

malasanità

Malato con problemi psichiatrici ma non ci sono strutture per il trattamento sanitario obbligatorio

La segnalazione di Italo Reale, che denuncerà il caso, per conto della famiglia, per conto della famiglia, alla Procura della Repubblica di Lamezia

Pubblicato il: 04/12/2023 – 12:24
Malato con problemi psichiatrici ma non ci sono strutture per il trattamento sanitario obbligatorio

LAMEZIA TERME «Da diversi giorni, verso un malato con problemi psichiatrici, nell’area di Vibo, non si riesce a dare efficacia ad un trattamento sanitario obbligatorio, perché non esiste una sola struttura in grado di ricoverarlo in tutto il sud Italia»: a segnalarlo è l’avvocato Italo Reale. «Il dato di fatto – spiega – è attestato da un verbale a firma del direttore sanitario e dal primario di psichiatria dell’Ospedale di Vibo che per tale ragione non ricoverano il paziente. Come dire, non puoi avere la broncopolmonite, o qualsiasi altra malattia per quanto grave, perché non abbiamo posti letto». 
Secondo reale «si cura la malattia negandola anche se il soggetto interessato è stato dichiarato più volte pericoloso ed essendo stato, a sua volta, selvaggiamente picchiato con conseguenze irrecuperabili per il suo fisico. Non credo di dover fare polemica con nessuno, soprattutto nei confronti dei medici che vivono una condizione di grandissima difficoltà in tutti i settori, che fanno più del loro dovere e lo fanno con passione e serietà. Certo, non ritengo di essere allarmista, ma se da agosto in poi mi sono trovato ad intervenire (come professionista) per un quasi tentato omicidio ai danni della moglie da parte di un malato scompensato e se acquisisco notizie di reati gravissimi commessi da persone incapaci di intendere e volere a causa di malattia, mi chiedo se sia solo “Comunità Competente” che ritiene che il sistema di prevenzione territoriale e di cura delle malattie psichiatriche è gravemente carente ed il problema non sarà certamente risolto con l’autonomia differenziata (né con i tagli di bilancio) che toglierà risorse a tutto il sud ed alla Calabria». Il legale comunica che stamane invierà «una denuncia, per conto della famiglia, alla Procura della Repubblica di Lamezia (nella foto) perché valuti se sia possibile che l’unica soluzione per un malato di mente che ha un forte stato di scompenso sia il ricovero in pronto soccorso per poi abbandonarlo alla famiglia».

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x