Ultimo aggiornamento alle 8:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

alta velocità

«Praia-Tarsia tracciato fondamentale, non si può abolire»

L’appello del consigliere regionale del M5s Davide Tavernise: «Impossibile condividere la scelta di Fs»

Pubblicato il: 12/12/2023 – 13:39
«Praia-Tarsia tracciato fondamentale, non si può abolire»

COSENZA «Continua la lenta ma inarrestabile opera di tagli e privazioni che il governo Meloni, e il vicario al dicastero ai Trasporti, Matteo Salvini, continuano ad operare al nostro territorio. La bocciatura del tracciato dell’alta velocità Praia-Tarsia, ricade in questo pacchetto a perdere che il controtesta, anche quello al governo regionale guidato da Roberto Occhiuto, hanno rifilato ai calabresi. Come condividere la scelta di Fs? Operazione impossibile». È quanto afferma il consigliere regionale e capogruppo del Movimento 5 Stelle, Davide Tavernise.
«La strategia che sta portando avanti – prosegue Tavernise – non ci convince e non conviene, soprattutto, al territorio calabrese. Pensare, infatti, ad un semplice potenziamento della linea ferroviaria è anti storico, uno sbaglio che non possiamo tollerare perché va ad incidere sul futuro che vorremo costruire per i nostri corregionali.
Il quadro che abbiamo di fronte, in questo momento è tragico: si chiude la possibilità di collegare i maggiori centri del Cosentino (Cosenza- Corigliano Rossano – Castrovillari) e di dire addio all’alta velocità in Calabria.
E come condividere la visione del Governo Meloni che per la Calabria intravede solo ed esclusivamente un Ponte in mezzo al nulla? Anche questo è un caso estremamente impossibile. A che serve, infatti, impegnare e spostare cifre importanti verso la megaopera di ingegneria che resterebbe isolata nel nulla dei trasporti che caratterizza la Calabria?
La nostra posizione è chiara e l’abbiamo sempre espressa limpidamente: si deve prima investire sull’esistente rendendolo conforme alla nostra epoca e solo dopo poter pensare di immaginare qualcosa di faraonico che possa essere giustificato da infrastrutture degne di questo nome.
Ancora una volta dobbiamo fare i conti con una classe dirigente nazionale e regionale che promette e non mantiene, mentre sarebbe questo il momento di unirsi per portare avanti gli interessi della nostra regione».

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x