Ultimo aggiornamento alle 16:18
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la vicenda

Uccisi per rapina, resta in carcere il 45enne calabrese accusato di omicidio

Il fatto a Bagno a Ripoli in Toscana. Le motivazioni del gip: grave pericolo di fuga e rischio di reiterazione del reato

Pubblicato il: 15/12/2023 – 14:46
Uccisi per rapina, resta in carcere il 45enne calabrese accusato di omicidio


FIRENZE Grave pericolo di fuga e rischio di reiterazione del reato. Con queste motivazioni il gip Antonio Pezzuti ha convalidato il fermo per Antonino La Scala e disposto la misura cautelare in carcere per l’uomo, accusato dell’omicidio dei coniugi Umberto Della Nave, 84 anni e Dina Del Lungo, 83 anni, invalida, uccisi nella loro casa a Osteria Nuova, nel comune di Bagno a Ripoli (Firenze) il 5 dicembre scorso. A La Scala, 45 anni, originario della Calabria, contestati anche la rapina aggravata, tentativo di occultamento di cadavere e danneggiamento seguito da incendio: secondo l’accusa avrebbe dato fuoco alla casa delle vittime. Proprio a causa dell’incendio furono scoperti i cadaveri di marito e moglie: inizialmente l’ipotesi era stata di un decesso dovuto al rogo. L’autopsia avrebbe poi svelato che la copia era stata uccisa. (ANSA)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x