Ultimo aggiornamento alle 20:26
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

calcio serie b

Catanzaro, Vivarini: «L’entusiasmo? Non ci distrae. La nostra forza è la spensieratezza»

Così il tecnico giallorosso alla vigilia della partita contro la Reggiana di Nesta

Pubblicato il: 08/03/2024 – 16:11
Catanzaro, Vivarini: «L’entusiasmo? Non ci distrae. La nostra forza è la spensieratezza»

CATANZARO Il derby vinto e una classifica che si fa sempre più interessante. Ora il secondo posto, quello che permette di accedere direttamente in serie A senza playoff, è distante cinque soli punti e il Catanzaro ammirato nelle ultime giornate sembra più che attrezzato per tentare di agguantarlo. Quella che domani tornerà al “Ceravolo” è una squadra in piena fiducia che, scampato il pericolo squalifica dello stadio per gli incidenti di Cosenza, potrà puntare ancora sul sostegno del proprio pubblico. Vincenzo Vivarini, però, come al solito preferisce volare basso. «A noi, parlo per me e per i ragazzi, di ciò che si dice fuori non interessa niente – ha detto oggi il tecnico in conferenza stampa –. Il nostro obiettivo adesso è solo la partita contro la Reggiana. Non facciamo programmi, così come abbiamo fatto l’anno scorso. È chiaro che i fattori esterni ci fanno piacere, ma quando siamo sul campo pensiamo solo agli obiettivi imminenti e questo credo ci dia la forza per affrontare tutte le partite con la massima concentrazione. Questa è una squadra che deve divertirsi, è un gruppo giovane e la pressione psicologica si fa fatica a reggerla. La nostra forza è stata e deve essere la spensieratezza. Noi dobbiamo crescere, abbiamo ancora delle potenzialità da cercare di tirare fuori e queste possibilità passano dall’ulteriore salto di qualità che faranno i giovani. Questo è un campionato bellissimo sotto l’aspetto tattico, ogni squadra ha delle caratteristiche specifiche e noi abbiamo avuto un crescendo durante l’anno analizzando anche le difficoltà che gli avversari ci hanno creato. Il Catanzaro oggi ha tanta consapevolezza di ciò che deve fare per ovviare alle difficoltà che trova».

I complimenti di De Zerbi e Nesta

«Questa è una partita difficile – ha affermato Vivarini –, la Reggiana è una squadra che sa difendere e noi avremo problemi a trovare spazi e profondità di gioco. Dovremo quindi lavorare in modo diverso rispetto al solito. La squadra lo sa e dovrà andare oltre i propri limiti per fare risultato. All’andata abbiamo perso, la Reggiana ci ha creato dei problemi, pur avendo il pallino del gioco non abbiamo avuto occasioni da gol e ci sono dei motivi perché questo è accaduto».
Roberto De Zerbi, allenatore del Brighton, di recente ha parlato di Vivarini come tecnico tra i più interessanti del panorama nazionale. «Mi ha fatto enormemente piacere – ha ammesso l’allenatore giallorosso – lui si riferiva soprattutto alla mentalità che abbiamo in Italia. Io sono molto attento al calcio europeo, soprattutto spagnolo, l’ho studiato tanto. Noi, a differenza di quanto si fa in genere in Italia, lavoriamo di più sulla fase di possesso palla che di quella difensiva. Io ho sempre lavorato su un concetto di calcio propositivo e mi fa davvero piacere che qualcuno lo noti». Alessandro Nesta, tecnico della Reggiana «è un amico – ha rivelato ancora Vivarini – all’andata mi ha detto che in B c’era stato solo un gioco migliore di quello del Catanzaro, ed era quello dell’Empoli di Andreazzoli. Ma si era dimenticato che quell’Empoli era anche mio, visto che ci avevo lavorato fino a gennaio». L’ex Lazio e Milan ha elogiato anche Iemmello definendolo un attaccante intelligente in grado di fare tante cose. Questo il possibile undici di Vivarini anti-Reggiana, in campo come sempre con il 4-4-2: Fulignati; Situm, Scognamillo, Brighenti, Veroli; Sounas, Verna, Petriccione, Vandeputte; Iemmello, Biasci. 

Iemma: «Riempiamo il “Ceravolo” per far parlare in positivo della nostra tifoseria»


Intanto il vicesindaco di Catanzaro Giusy Iemma è intervenuta sulle recenti polemiche post derby invitando la città a riempire il “Ceravolo” domani pomeriggio. «E’ stata una settimana segnata dalle tensioni scatenate dagli scontri accaduti a margine del derby tra Cosenza e Catanzaro – ha affermato in una nota -. Le indagini faranno il loro corso, nella giusta ricerca delle responsabilità, ma questo non deve in alcun modo deprimere la passione e il tifo per i colori giallorossi. Domani la squadra tornerà al Ceravolo per la prossima partita di campionato contro la Reggiana, ed è necessario far sentire in maniera compatta ed unitaria la vicinanza alle Aquile, a chi scenderà in campo, alla curva, alla dirigenza che ha sempre tenuto un profilo alto. Sui fatti di cronaca è stato detto a gran voce che è fondamentale ristabilire la verità sulla dinamica degli incidenti, ferma restando la piena condanna contro ogni forma di violenza. Quello che è successo deve farci riflettere tutti su quanto è fondamentale praticare il senso di unità e di condivisione a tutela dell’immagine e della reputazione della nostra Calabria, culla della civiltà. Ora è il momento, ancor di più, di rimettere al centro lo sport e di tornare a far parlare esclusivamente della nostra tifoseria acclamata in tutta Italia. L’invito, dunque, è quello di riempire lo Stadio, mettendo da parte la tensione accumulata e far riemergere i valori positivi dello sport e dello stare insieme che ci hanno sempre contraddistinto». (redazione@corrierecal.it)


Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x