Ultimo aggiornamento alle 23:44
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

palazzo campanella

Dopo più di un mese si torna in aula. Oggi un Consiglio regionale dal sapore elettorale

Dieci i punti all’odg: spiccano l’Agenzia aree industriali, il piano rifiuti e il Sistema statistico. Ma ci possono essere anche risvolti politici

Pubblicato il: 12/03/2024 – 6:42
Dopo più di un mese si torna in aula. Oggi un Consiglio regionale dal sapore elettorale

REGGIO CALABRIA Dieci punti all’ordine del giorno, almeno tre di particolare importanza, ma anche un appuntamento che può rivestire un significato politico importante, perché dà l’impressione di aprire una sorta di viatico verso la campagna elettorale che impegnerà i partiti e le coalizioni in Calabria per le Europee e anche per le Amministrative. Oggi, a distanza di oltre un mese dall’ultima seduta, torna a riunirsi il Consiglio regionale. Per quanto riguarda i provvedimenti all’esame dell’assemblea legislativa calabrese, è un mix di routine ma anche di pratiche di una certa rilevanza. Le priorità seguite dalla maggioranza di centrodestra, priorità che saranno verosimilmente rispettate oggi, sono essenzialmente la nascita della nuova Agenzia per le aree industriali e l’attrazione degli investimenti, con il testo licenziato dalla Giunta assunto come base nell’esame abbinato (con il sostanziale “sacrificio” di una proposta legislativa simile ma non uguale del Pd Raffaele Mammoliti), l’istituzione del Sistema statistico della Calabria proposto da una Pdl firmata dal presidente di Palazzo Campanella Filippo Mancuso e dal vice Pierluigi Caputo, e l’aggiornamento del Piano dei rifiuti varato nelle scorse settimane dalla Giunta Occhiuto con gli obiettivi dell’ulteriore potenziamento della raccolta differenziata, del ricorso sempre meno sostenuto alle discariche e del raddoppio del termovalorizzatore quale “perno” del sistema regionale.

I risvolti politici

In più ci sarà l’ennesima “Omnibus”, il “contenitore” di norme varie e disparate – dagli ambiti di caccia al Consorzio unico di bonifica, dagli animali d’affezione all’attività funeraria – che per la verità sembra avere un certo sapore elettorale. Ma la seduta potrebbe avere anche altri risvolti politici, dopo quella dello scorso 7 febbraio che ha portato alla riconferma dell’Ufficio di presidenza. Finora l’aula ha registrato trend abbastanza definiti, con il centrodestra schiacciante nei numeri e granitico e un’opposizione non sempre sincronizzata perfettamente, con posizioni a volte diverse anche su una stessa pratica. L’odierna seduta – secondo gli addetti ai lavori – non dovrebbe riservare particolari sussulti, ma intanto il vento elettorale ha iniziato a soffiare forte anche in Calabria sprigionando qualche tossina soprattutto all’interno della maggioranza, a esempio con più di una “scintilla” tra Forza Italia e Lega sia in vista delle Europee che delle Amministrative nelle principali città calabresi in cui si voterà a giugno (Vibo e Corigliano Rossano), e con Azione, in Calabria alleata a livello regionale al centrodestra che al momento sta giocando una partita più autonoma alle Amministrative. (c. a.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x