Ultimo aggiornamento alle 16:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

il convegno

Si riunisce a Vibo il direttivo nazionale del Siulp. «Senza sicurezza non c’è sviluppo» – VIDEO

Il segretario generale Felice Romano: «Terra martoriata ma con grandi potenzialità». Il saluto di Ruperti e il messaggio di Piantedosi

Pubblicato il: 16/04/2024 – 19:25
Si riunisce a Vibo il direttivo nazionale del Siulp. «Senza sicurezza non c’è sviluppo» – VIDEO

VIBO VALENTIA «Sicurezza e sviluppo per una Calabria straordinaria». Si è svolto oggi a Vibo il direttivo nazionale del Sindacato Italiano Unitario dei Lavoratori di Polizia. Una sede scelta non a caso ma perché «rappresenta una terra martoriata che ha grandi potenzialità», come ha spiegato il segretario nazionale del Siulp Felice Romano, a margine del convegno che ha avuto come relatori il presidente della Regione Roberto Occhiuto, il sottosegretario del Ministero dell’Interno Wanda Ferro, il procuratore della Dda di Catanzaro Vincenzo Capomolla e il segretario regionale della Cisl Tonino Russo. All’incontro, tenuto presso la sala conferenze dell’hotel 501 di Vibo e che ha visto l’arrivo di oltre 100 membri del sindacato da tutta Italia, hanno partecipato anche il presidente della provincia Corrado L’Andolina, i consiglieri regionali Raffaele Mammoliti e Giovanni Muraca, il segretario della Commissione regionale antimafia Antonio Montuoro e il questore di Vibo Rodolfo Ruperti.

Piantedosi: «La ‘ndrangheta ha tarpato la crescita della Calabria»

«La Calabria è una regione bellissima, ricca di storia e di cultura». Non è potuto esserci «per impegni istituzionali», ma ha mandato un video messaggio il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi che parlando delle ricchezze della Calabria ha citato Tommaso Campanella, Bernardino Telesio e Gioacchino Da Fiore. Cultura e sviluppo «che hanno incontrato, però, non pochi ostacoli. Un nemico spregevole e spregiudicato ha intralciato più di ogni altro questo percorso». Il riferimento, continua Piantedosi, è «alla ‘ndrangheta che si è insinuata con metodi mafiosi nella civile dialettica democratica falsando la leale concorrenza del mercato e incidendo nel progresso sociale ed economico della regione a scapito di tutti i calabresi». Dagli omicidi ai danneggiamenti, il ministro cita i reati della criminalità che fin qui hanno «tarpato le possibilità di crescita di questa regione. Appare quindi corretto parlare di sicurezza e sviluppo come binomio imprescindibile». Da qui il ruolo dello Stato e «noi non siamo impreparati. Al nostro patrimonio normativo stiamo aggiungendo nuovi strumenti che ci consentiranno di contrastare ancora di più la ‘ndrangheta». Un impegno che «non può prescindere dall’investimento su uomini e risorse della polizia».

Le parole del segretario nazionale Felice Romano

«Una terra straordinaria che ha bisogno di avere il gioco di squadra del paese» ha sottolineato ai microfoni dei giornalisti il segretario generale nazionale del Siulp Felice Romano. «Noi – ha continuato – siamo qua per dimostrare che il nostro concetto di sicurezza non è più quello atavico della difesa con le armi dell’ordine pubblico, ma la precondizione per lo sviluppo dei nostri territori a livello sociale, politico ed economico, così come ha recepito, grazie al lavoro che abbiamo fatto insieme alla Cisl, anche la Commissione europea nel suo terzo rapporto sulla questione sociale quando ha detto che la presenza criminale drena i capitali e ostacola lo sviluppo dei nostri territori». Una situazione che va contrastata con la sinergia tra istituzioni, politici e cittadini. «Bisogna partire dal fare rete, creare una nuova filiera delle istituzioni che integri, partendo dai bisogni dei cittadini, una nuova filosofia che sia trasparente, veloce e adatta alle esigenze che ha il nostro territorio» ha concluso Romano.

Lupia: «Mandiamo avanti una terra straordinaria»

“Padrone” di casa il segretario regionale del Siulp Giuseppe Lupia, che ha ringraziato i vertici nazionali per «l’attenzione che hanno voluto dare a questa terra, perché oggi siamo qua per parlare di Calabria e del suo sviluppo. Dobbiamo mandare avanti quella che è una terra straordinaria, non parlare solo di cose negativa ma anche di arte, cultura e il paesaggio straordinario che la Calabria può rappresentare». Uno sviluppo che non può prescindere dalla sicurezza, «che noi garantiamo facendo il nostro lavoro, così come lo fa egregiamente la magistratura, ma abbiamo bisogno tutti di fare rete e di camminare alla stessa velocità». Un «treno della legalità» insieme a comuni e istituzioni, ma «basta che un convoglio vada a una velocità diversa e il treno rischia di deragliare» sottolinea Lupia. Di recente alcuni gruppi territoriali del Siulp hanno protestato contro la paventata rimodulazione dei Reparti Prevenzione Crimine. «La sicurezza non deve essere vista come una spesa, ma come una risorsa» puntualizza Lupia. «È normale che il dipartimento faccia delle sue valutazioni, ma noi siamo per investire e aprire nuovi presidi».

Ruperti: «Daremo il nostro contributo per garantire sicurezza»

Presente anche per un saluto il nuovo questore di Vibo Rodolfo Ruperti, da poco insediatosi alla guida della Questura di Vibo. «Siamo ben consci – ha detto ai microfoni dei giornalisti – che dove non c’è sicurezza non ci può essere sviluppo in questa terra meravigliosa che è la Calabria con delle potenzialità straordinaria». «Il nostro contributo ci sarà sicuramente per garantire tutto quello che si può a questo territorio proprio per far sì che la sicurezza collettiva sia poi un veicolo attraverso il quale si può progredire nello sviluppo di questa meravigliosa terra» ha concluso il questore. (Ma.Ru.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x