Ultimo aggiornamento alle 16:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il dibattito

Autonomia, la Cgil “sfida” Occhiuto: «In Consiglio capiremo se il suo è solo tatticismo elettorale»

All’assemblea dell’Area Vasta il segretario del sindacato Sposato annuncia per domani un sit-in davanti la sede di Palazzo Campanella

Pubblicato il: 17/04/2024 – 13:20
Autonomia, la Cgil “sfida” Occhiuto: «In Consiglio capiremo se il suo è solo tatticismo elettorale»

CATANZARO Un sit-in davanti la sede del Consiglio regionale per dire no all’autonomia differenziata. Ad annunciarlo è stato il segretario generale della Cgil Calabria, Angelo Sposato, intervenendo all’assemblea generale della Cgil Area Vasta a Catanzaro. «Domani – ha ricordato Sposato – c’è un dibattito quale si metterà alla prova il detto e non detto di Occhiuto e il suo coraggio sull’autonomia differenziata. La nostra sfida è far sì che il Consiglio regionale possa approvare una mozione unitaria contro l’autonomia differenziata e capire se le cose che si dicono sono vere o sono solo tatticismi elettorali da parte di Forza Italia. Forza Italia deve esprimere una posizione precisa in Parlamento contro una legge che spacca il Paese e penalizza la Calabria e il Mezzogiorno». Secondo Sposato inoltre «su alcuni temi come il lavoro dobbiamo batterci perché in Calabria si faccia un grande piano, a partire con le politiche ambientali e industriali. Il governo non ha uno straccio di idea rispetto alle politiche industriali: in Calabria abbiamo sofferenze importanti, pensiamo alle vertenze dell’Abramo o di Enel, il governo deve far capire quali intenzione ha per il Mezzogiorno e per la Calabria. Siamo un Paese fermo. Come Cgil – ha rimarcato – ci apprestiamo a lanciare la campagna referendaria puntando sulla lotta al precariato, ai subappalti, alla possibilità di fare proposte di legge popolari in tema di sanità e di lavoro. Dal governo regionale poi – ha proseguito Sposato – ci aspettiamo risposte sulla sanità, risposte sull’ambiente: avevano proposto al presidente Occhiuto un piano straordinario perché non bastano i droni ma questo piano che ancora non arriva. Quanto al Ponte sullo Stretto, registriamo che il ministero dell’Ambiente ha fatto oltre 200 osservazioni, significa che ancora non c’è un progetto definitivo mentre nel frattempo aspettiamo ancora di completare la Statale 106, l’elettrificazione ella ferrovia jonica, l’Alta velocità di cui – ha concluso Sposato – non si parla più». A sua volta il segretario generale della Cgil Area Vasta Enzo Scalese ha ricordato che «il sindacato prosegue la mobilitazione sui territori, abbiamo presentato quattro quesiti referendari che riguardano il lavoro e gli appalti, partirà la campagna sia per quanto riguarda la salute e sicurezza, noi sabato saremo a Roma in una manifestazione nazionale, il 25 aprile saremo a Napoli per dire no all’autonomia differenziata e alle politiche di questo governo, politiche che stanno di fatto pregiudicando il potere d’acquisto dei salari dei lavoratori, la sicurezza sui posti di lavoro e il Mezzogiorno».

L’intervento di Enzo Scalese

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x