Ultimo aggiornamento alle 19:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la riflessione

Catanzaro ha bisogno di maggiore impegno

Ho letto una citazione che induce alla riflessione il cui autore è uno studente universitario, di cui non conosco il nome, al quale vanno elogi e complimenti.La sintesi: la democrazia è il potere …

Pubblicato il: 13/05/2024 – 9:00
di Franco Scrima*
Catanzaro ha bisogno di maggiore impegno

Ho letto una citazione che induce alla riflessione il cui autore è uno studente universitario, di cui non conosco il nome, al quale vanno elogi e complimenti.
La sintesi: la democrazia è il potere del popolo sul popolo. Il giovane ha messo a fuoco cosa sono i diritti e cosa i doveri, cioè i due valori fondamentali su cui si basa la Costituzione del nostro Paese. E, detto per inciso, se la leggessimo di tanto in tanto anche solo per rinfrescarci la memoria, forse saremmo più accomodanti nei rapporti, quasi sempre tesi, con gli amministratori secondo i doveri che ciascuno dovrebbe avere verso l’ente pubblico e viceversa.  
Secondo lo studente, una buona Amministrazione comunale si dovrebbe fare carico dell’obbligo, spesso trascurato, definito “Amministrazione trasparente”, in base al quale i comuni dovrebbero essere attrezzati per consentire ai cittadini di consultare le informazioni che riguardano l’organizzazione e le attività dell’ente. E’ il modo per incentivare la partecipazione, soprattutto per quanto riguarda i servizi resi, o che dovrebbero essere resi, e che servono a prevenire fenomeni collaterali, sia attraverso la promozione delle attività sia sottoponendo le fasi gestionali dell’Amministrazione al controllo dei cittadini; condizioni riassumibili dalle attività della segreteria generale, degli Affari Legali e del Contenzioso in osservanza al diritto di ciascuno di essere informato circa l’attività svolta dal proprio Comune di residenza.
Si tratta di un sistema che consente di conoscere cosa fa l’amministrazione comunale, a cominciare dal lavoro di pianificazione del territorio fino ai provvedimenti urgenti che si intendono adottare, ma anche riguardo ai servizi erogati o ancora da rendere per concludere con il bilancio dell’ente.
Portare a conoscenza della cittadinanza i servizi, i bilanci e le altre attività significa rendere un doveroso contributo, attraverso il quale partecipare ad ogni fase del ciclo gestionale dell’Ente; inteso come un bene per la collettività.
Ammetto con piacere di avere constatato che Catanzaro è tra quei comuni che sono in regola con la normativa.
Tutta questa premessa ha un nome, si chiama “amministrazione trasparente” che ciascun cittadino può consultare senza necessità di essere identificato. E’ un sistema tra amministrazione e amministrati che innesta un rapporto quasi collaborativo, sicuramente attivo e partecipativo. 
Grazie al pluralismo che ha pervaso tutti gli ambiti della vita quotidiana, il rapporto tra amministrazione e cittadinanza deve servire perché la società non sia più chiusa ma, al contrario, affronti i problemi in maniera attiva. Si spera che ciò avvenga anche a Catanzaro, in modo che sia possibile verificare il buon lavoro dell’ente e sia, dunque, una più forte motivazione dei cittadini, il cui fine riguarda il corretto funzionamento dell’amministrazione comunale. Sarebbe un bene per tutti se la classe dirigente decidesse di portare a conoscenza anche i programmi che si intendono realizzare con l’inclusione dei miglioramenti sociali per rendere più accogliente la Città e più efficienti i servizi.

*giornalista

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x