Ultimo aggiornamento alle 10:33
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’incontro

Ambiente e salute, Falvo: «Tanti quelli che ancora inquinano. Situazione migliorata, ma non come ci aspettavamo» – VIDEO

Il procuratore di Vibo a “Giochiamo d’anticipo”. Il biologo Greco: «Respiriamo, beviamo e mangiamo 5 grammi di plastica a settimana»

Pubblicato il: 27/05/2024 – 20:03
Ambiente e salute, Falvo: «Tanti quelli che ancora inquinano. Situazione migliorata, ma non come ci aspettavamo» – VIDEO

REGGIO CALABRIA «Non c’è salute dell’uomo se non c’è salute dell’ambiente». Questo il messaggio lanciato in occasione dell’incontro con il procuratore della Repubblica di Vibo Valentia Camillo Falvo e il biologo marino Silvio Greco, intervenuti nell’ambito della rassegna del Corriere della Calabria “Giochiamo d’anticipo” in corso all’Università Mediterranea di Reggio Calabria. L’importanza della prevenzione, i rischi e i danni per la salute dell’uomo: questi i temi al centro dell’incontro dal titolo “I delitti contro l’ambiente fanno male anche alla salute”. 

Greco_Falvo_reggio_2

Falvo: «Quello che ha dato più fastidio è l’inquinamento del mare»

«Un po’ in tutti i settori la prevenzione è più importante della repressione», ha spiegato il procuratore Falvo, aggiungendo: «Nei reati ambientali ancora di più, perché noi dobbiamo agire proprio per favorire l’alfabetizzazione di tutti. Dei cittadini, innanzitutto, che devono acquisire consapevolezza dell’importanza dell’ambiente e ci devono dare anche una mano quando vedono qualcosa che non va, e denunciare. E degli operatori economici, di quelli che inquinano nel campo turistico, nell’agricoltura, negli oleifici, le piccole imprese, un po’ tutti». Quello dei reati ambientali è un fenomeno diffuso, si va dall’inquinamento terrestre a quello marino, «purtroppo sono tantissimi i fattori inquinanti, sono tanti quelli che inquinano, lo abbiamo visto in tante operazioni che abbiamo svolto anche nell’ultimo periodo». «Quello che ha dato più fastidio in questi ultimi anni – ha aggiunto Falvo – è stato l’inquinamento del mare, lì ci siamo concentrati e lì ci sono delle carenze strutturali e un po’ di problemi anche di inquinamento da parte della gente che non si cura di amare il bello dell’ambiente calabrese».

«Lavoro ad ampio respiro»

Alta l’attenzione sul mare e diversi i risultati raggiunti. La situazione, ha spiegato il procuratore di Vibo, «credo sia migliorata, non è migliorata nei termini in cui ci aspettavamo e forse la gente si aspettava, ma è un lavoro di ampio respiro, a lungo raggio, a lungo termine. Gli interventi da fare sono tanti, abbiamo iniziato con la comprensione innanzitutto di quali erano le cause, quindi studiare la rete della depurazione, tutte le falle della rete della depurazione dove c’è bisogno di investimenti sulle infrastrutture». «L’obiettivo – ha concluso – è soprattutto far comprendere quali sono le cause dei fattori inquinanti in modo da consentire anche a chi ha la possibilità e il dovere di intervenire, mi riferisco alla politica e alle amministrazioni, di fare quello che è necessario per evitare che certi fenomeni si ripetano ancora».

Greco: «Respiriamo, beviamo e mangiamo 5 grammi di plastica a settimana»

Nel corso del suo intervento, invece, il professore Greco si è soffermato sul pericolo che l’inquinamento ambientale rappresenta per salute dell’uomo: «Ormai una buona parte delle patologie che viviamo sono legate intimamente alla contaminazione ambientale. Si sta lavorando ora per capire che effetti ha la plastica, visto che ormai mangiamo, respiriamo, beviamo plastiche, 5 grammi di plastica a settimana». Diverse le patologie che potrebbero avere una correlazione con l’inquinamento ambientale, dalle neoplasie – specialmente di colon e retto – all’infertilità. «Purtroppo tutti i dati che i vari gruppi di ricerca mondiali stanno portando avanti ci dicono che c’è una stretta connessione». (m.r.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x