Ultimo aggiornamento alle 23:28
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la polemica

L’affondo di Mazzuca: «Occhiuto non utilizzi la sanità per la campagna elettorale»

Le parole del presidente del Consiglio comunale di Cosenza: «Dal governatore molti slogan, poche luci e troppe ombre»

Pubblicato il: 29/05/2024 – 14:28
L’affondo di Mazzuca: «Occhiuto non utilizzi la sanità per la campagna elettorale»

COSENZA «La sanità rischia di diventare nient’altro che una merce di scambio e la salute dei cittadini non può essere materia da propaganda elettorale. Le trattative sono dietro l’angolo, l’attenzione non si focalizza sulle liste d’attesa interminabili negli ospedali, sui macchinari obsoleti o guasti mentre quelli nuovi, acquistati con i fondi Covid, sono inutilizzabili e non collaudati. Potremmo fare milioni di esempi, l’elenco è lungo e i report confermano il collasso del sistema sanitario calabrese». È quanto afferma in una nota il presidente del Consiglio comunale di Cosenza Giuseppe Mazzuca. «Ultimamente, tra l’altro, notiamo una scarsa trasparenza – continua Mazzuca – nel fornire i dati o dare spiegazioni su alcune delibere che potrebbero sembrare ad hoc per propaganda elettorale. A meno di due settimane dal voto viene pubblicata una delibera dell’Asp di Cosenza che prevede una gara a procedura aperta per la fornitura dei servizi di Contact center in outsourcing. Questa è una delle delibere e delle “manovre” che potrebbero far dubitare sulla oculata gestione della sanità calabrese. Forse, al momento, la scala delle priorità si è spostata verso altri tipi di interessi che si discostano dal diritto alla salute dei cittadini. Soprattutto sul versante ionico il commissario ad acta, Roberto Occhiuto, sembrerebbe focalizzare la sua attenzione. Molti slogan, poche luci e troppe ombre sembrano caratterizzare la gestione della sanità calabrese. Sarebbe necessario, ad esempio, rendere pubblico l’elenco completo delle assunzioni fatte per la gestione del Call center – Cup dell’Asp di Cosenza; Occhiuto farebbe bene a farsi consegnare questo elenco, potrebbe trovarsi davanti a una sgradita sorpresa notando congiunti e parenti di dirigenti e funzionari dell’Asp di Cosenza. Ora basta, la sanità non può essere utilizzata a fini elettorali: il commissario recuperi e renda pubblico questo elenco per sciogliere ogni dubbio. Nel frattempo – conclude Mazzuca – chiederemo ai parlamentari calabresi di fare luce – anche attraverso un’interrogazione – su queste pratiche clientelari e una gestione non proprio trasparente della sanità».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x