Ultimo aggiornamento alle 13:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

l’analisi

Il nuovo Consiglio comunale di Vibo tra “vecchie” conoscenze e poche novità

Tanti i consiglieri uscenti che hanno riottenuto il posto a Palazzo Luigi Razza. Non mancano le esclusioni “eccellenti” del primo turno

Pubblicato il: 12/06/2024 – 17:02
Il nuovo Consiglio comunale di Vibo tra “vecchie” conoscenze e poche novità

VIBO VALENTIA Alcune novità, ma soprattutto “vecchie” conoscenze. Con i voti ricevuti al primo turno, inizia a delinearsi il nuovo Consiglio comunale di Vibo Valentia, seppur con dati parziali e in attesa del ballottaggio che sposterà la maggior parte dei seggi. Sarà il premio maggioritario, spettante alla coalizione del sindaco vincitore, che determinerà con certezza l’entrata o meno dei vari candidati al consiglio comunali. A sfidarsi Roberto Cosentino, arrivato primo con il 38,43%, ed Enzo Romeo che ha vinto con il 31,92% il testa a testa con Francesco Muzzopappa con il 28,85%. Non avrà rappresentanti in consiglio Marcella Murabito con Rifondazione Comunista, che si è fermata allo 0,81% e 148 voti: un risultato non scontato dato l’esordio alle comunali e una campagna elettorale iniziata in ritardo rispetto agli altri candidati. Alcuni nomi, dunque, a prescindere dagli scenari post ballottaggio, sono già sicuri di un posto a Palazzo Luigi Razza. Tanti volti conosciuti, con un Consiglio comunale che “rischia” di rinnovarsi poco rispetto a quello degli ultimi anni.

Il centrodestra sulla scia della continuità

Molte delle “vecchie” (ma neanche troppo) conoscenze arrivano dal centrodestra. Tutto, ovviamente, dipende dal ballottaggio del 23 e del 24 giugno che, in caso di vittoria, garantirebbe 19 seggi alla coalizione. Sicuri, intanto, 8 posti in caso il dirigente della Regione venisse sconfitto. A tornare a Palazzo Luigi Razza, direttamente dalla lista di Forza Italia, la consigliera uscente Serena Lo Schiavo accompagnata dalla new entry Vincenzo Porcelli. Tornano, tramite Forza Vibo, anche l’assessora ai lavori pubblici e al commercio Carmen Corrado, che ha ottenuto 489 voti piazzandosi al primo posto tra i candidati, e il consigliere Giuseppe Calabria. Un seggio a testa per Fratelli d’Italia, la lista del candidato a sindaco Andiamo Oltre e Vibo Unica. Nel partito della Meloni plebiscito per Antonio Schiavello, già in questo Consiglio comunale e assessore durante l’amministrazione D’Agostino. Per “Vibo Unica” pronta a tornare Claudia Gioia, esponente di Azione (e già consigliera) prima che il segretario cittadino decidesse di “allontanarsi” dalla scelta del partito di supportare il centro. Sale per Andiamo Oltre, il già assessore Domenico Console. Qualora dovesse vincere al ballottaggio Cosentino, 11 posti in più per il centrodestra: in questo caso tornerebbero, tra gli altri, il presidente del Consiglio comunale uscente Nazzareno Putrino, i due assessori Michele Falduto e Katia Franzè.

Nel centrosinistra rischiano i consiglieri uscenti

Se da una parte il voto disgiunto ha consegnato il ballottaggio ad Enzo Romeo, dall’altra rischia di garantire alla coalizione di centrosinistra, arrivata dietro quella di centro per voti alle liste, meno seggi della fazione di Muzzopappa. Qualora il fronte progressista dovesse perdere al ballottaggio, solo sei i posti disponibili a Palazzo Luigi Razza. Questi sarebbero occupati dall’ex assessore comunale durante la giunta Sammarco e fedelissimo dirigente Pd, Antonio Iannello, e dall’esordiente Anna Coloca, entrambi in quota dem. Nella lista Progetto Vibo spunta una “vecchia” conoscenza della politica vibonese, già presidente del Consiglio comunale, Marco Talarico, eletto insieme a Maria Trapani. Solo un seggio per il Movimento 5 Stelle, con il consigliere comunale uscente Marco Miceli che prende il posto a Palazzo Luigi Razza. Con un’eventuale vittoria di Enzo Romeo, tornerebbero al comune anche altri consiglieri comunali uscenti, tra cui Stefano Soriano, Loredana Pilegi, Lorenza Scrugli e Silvio Pisani. Farebbe parte della maggioranza anche Francesco Colelli, segretario cittadino del Partito Democratico.

Per il centro oltre 1200 voti da tre candidati

C’è sicuramente delusione nel centro per un risultato elettorale, da un punto di vista del risultato, sotto le aspettative. Se si fossero contati solo i voti alle liste, a sfidare Cosentino sarebbe stato proprio Francesco Muzzopappa, che senza voto disgiunto ha toccato il 30% a fronte del 27% del centrosinistra. Per la coalizione di centro cinque i seggi sicuri, nel caso in cui vincesse Enzo Romeo, mentre salirebbero a sette con la vittoria di Cosentino. Nessuna novità dalle fila di Muzzopappa, a salire sono tutti consiglieri uscenti. Tra questi Giuseppe Cutrullà e Danilo Tucci per Cuore Vibonese, ovvero la lista pitariana arrivata prima per voti. Sale anche l’esponente di Indipendenza, che ha ricevuto la visita e l’endorsement di Maurizio Lupi, Maria Rosaria Nesci e il già consigliere Anthony Lo Bianco, espressione della lista Identità Territoriale. Sia Cutrullà, che Nesci e Lo Bianco hanno toccato quota 400 voti, rispettivamente 400, 461 e 412, “impresa” riuscita solo all’assessora uscente Carmen Corrado.

Gli esclusi “eccellenti”

Non mancano i grandi esclusi, nonostante un passato politico “intenso” e, soprattutto, la recente esperienza nell’amministrazione Limardo. Tra questi il coordinatore vibonese della Lega Mino De Pinto, candidato nella lista Insieme al centro a supporto di Francesco Muzzopappa, così come non ce la fa Giuseppe Scianò, coordinatore di Indipendenza e candidato con Roberto Cosentino. Tre gli esponenti dell’amministrazione Limardo che sarebbero già fuori dai giochi, tra cui il vicesindaco Pasquale Scalamogna e l’assessora Giusy Fanelli. Colpisce anche l’esclusione di Vincenzo Bruni, assessore uscente all’ambiente, fermato dal voto nonostante i diversi apprezzamenti ricevuti per il suo operato. Tra gli esclusi anche Rosa Chiaravalloti, Antonella Tripodi e Domenico Francica, assessori nell’amministrazione Limardo prima della “scissione” di città futura e questa volta candidati con Francesco Muzzopappa. (Ma.Ru.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x