Ultimo aggiornamento alle 20:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’iniziativa

Arte contemporanea, la sfida di Catanzaro che punta a diventare la capitale italiana

Presentato il dossier del progetto. Fiorita: «Mettiamo in campo un sogno». Monteverdi: «Veicoliamo una nuova idea di Calabria»

Pubblicato il: 05/07/2024 – 15:20
Arte contemporanea, la sfida di Catanzaro che punta a diventare la capitale italiana

CATANZARO Una sfida che guarda al futuro ma con solide basi nel presente e nel passato. E’ la sfida di Catanzaro che si candida al titolo di Capitale italiana dell’Arte contemporanea 2026: il Comune infatti ha ufficialmente dato riscontro al bando pubblicato nei mesi scorsi dal ministero della Cultura e oggi ha presentato il dossier e il logo in una conferenza stampa alla Biblioteca De Nobili. In palio, nella manifestazione che è alla sua prima edizione, c’è un milione di euro da impiegare per realizzare le attività inserite nel progetto presentato.  «Siamo partiti da un dato molto semplice, e cioè – ha esordito il sindaco Nicola Fiorita – che Catanzaro è già una capitale dell’arte contemporanea, grazie a una serie di fattori come l’eredità di una figura come Mimmo Rotella, il grande lavoro fatto in precedenza da altre amministrazioni, come quello messo in campo dalla Provincia con Michele Traversa e Wanda Ferro con la costruzione di un patrimonio quali sono il Parco della Biodiversità e il Marca. Insomma, tutto un mondo che dice che Catanzaro è già capitale dell’arte contemporanea. Partendo da questo abbiamo provato a mettere a sistema quello che c’è stato e che c’è e e a disegnare un sogno, una specie di favola. Vedremo come va a finire, sapendo che abbiamo vinto perché in ogni caso abbiamo un progetto su cui lavorare per i prossimi anni».

La conferenza stampa con il sindaco Fiorita

I tempi

Per Donatella Monteverdi, assessore comunale alla Cultura, si tratta di «un progetto del tutto originale, che affronta il tema tra il passato e il presente attraverso il racconto di un viandante e vuole dare un’idea di Calabria diversa, sganciata dagli stereotipi, in cui la storia del passato della seta si ricostruisce nel modello contemporaneo». Alla conferenza stampa hanno partecipato anche il curatore del dossier, Vincenzo Costantino, e i numerosi rappresentanti dei partner istituzionali che hanno sostenuto la candidatura in qualità di membri del comitato promotore: a coordinare il Comitato ci sarà Michele Traversa, già presidente della Provincia e già sindaco di Catanzaro, mentre tra le partnership si annoverano la Regione, l’Università di Catanzaro, l’Accademia di belle arti di Catanzaro, l’amministrazione provinciale di Catanzaro, la Camera di commercio, la Caritas Diocesana, Confartigianato Imprese Calabria, il Conservatorio Tchaikovsky, la Fondazione Banco di Napoli, la Fondazione Mimmo Rotella, la Soprintendenza archeologica, Unindustria Calabria, Mudiac-Museo Diffuso di arte contemporanea e Ordine degli Architetti. Quanto ai tempi, la giuria del ministero entro il 15 settembre selezionerà i cinque progetti finalisti, entro il 14 ottobre le audizioni delle finaliste, entro il 30 ottobre la giuria sottoporrà al Mic la sua proposta di candidata vincitrice. L’annuncio della città vincitrice sarà dato dal Consiglio dei ministri su indicazione del ministro Sangiuliano.

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x