Ultimo aggiornamento alle 18:50
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Aiello: rimediare ai danni provocati dall`incapacità dei nuovi dg

Il vicepresidente della commissione Sanità del consiglio regionale, Ferdinando Aiello, comprende «tutte le motivazioni che hanno portato alle dimissioni di Salerno, non fosse altro perché si tratta…

Pubblicato il: 12/08/2011 – 18:17
Aiello: rimediare ai danni provocati dall`incapacità dei nuovi dg

Il vicepresidente della commissione Sanità del consiglio regionale, Ferdinando Aiello, comprende «tutte le motivazioni che hanno portato alle dimissioni di Salerno, non fosse altro perché si tratta di atti e fatti che abbiamo più volte discusso in Commissione cercando di individuare soluzioni che attenuassero al massimo le ripercussioni negative indotte dal Piano di rientro del debito sanitario, in particolare nel settore dell`emergenza-urgenza e nel potenziamento della rete territoriale». «Purtroppo ci siamo imbattuti – prosegue – in alcuni commissari (oggi direttori generali, non si sa per quali meriti) incapaci di un minimo di capacità organizzativa aziendale, che fanno il paio con il responsabile del Piano di rientro del debito sanitario, di stanza al Dipartimento, che stanno creando una situazione esplosiva in tutti i territori della nostra regione tramite scelte scellerate, a danno dei più bisognosi, che niente hanno a che vedere con l`attuazione del Piano». Aiello invita Salerno a «ritirare le dimissioni e ritornare con la stessa determinazione alla guida della Commissione perché tanto lavoro ancora ci aspetta nell`incalzare, monitorare e controllare l`attività del Dipartimento e dei direttori generali prima che gli stessi provochino danni ulteriori ai calabresi considerando, anche, che il presidente Scopelliti, nella sua qualità di commissario del Piano di rientro, prima ancora che di presidente della giunta, ancora non si è reso conto dell`incapacità di tanti protagonisti della sanità calabrese». «Le dimissioni del presidente della terza Commissione consiliare, Nazzareno Salerno, sono il segnale delle difficoltà che persistono sul territorio vibonese». Lo afferma, in una nota, il capogruppo regionale del Pdl, Luigi Fedele. «Capisco e condivido il suo disagio – prosegue Fedele – e farò di tutto per trovare soluzione ai problemi da lui segnalati. Ma, al tempo stesso, gli chiedo, anche a nome del gruppo che rappresento, di ritornare alla guida dell`organismo consiliare per completare il programma di rilancio, difficile ma indispensabile, che lo vede tra i protagonisti. Conoscendolo, sono certo che non si tirerà indietro». Per Fedele «esiste una difficoltà delle strutture amministrative di varie Aziende sanitarie, non solo di quella di Vibo, che vanno riviste e in questo il collega Salerno ha sicuramente ragione. Credo che anche il dipartimento Sanità dovrebbe esser più attento a seguire quello che accade nelle singole realtà». «Il piano di rientro, nella parte relativa agli ospedali di Serra San Bruno e Tropea, è razionale e ragionevole», sostiene da parte sua il vice capogruppo della “Lista Scopelliti”, Alfonsino Grillo. «Se è vero, come è vero, che a Serra San Bruno e Tropea saranno garantiti i servizi di radiologia, chirurgia, anestesia in day surgery h 24 per cinque giorni su sette, non c`è quella paventata penalizzazione dei due presidi di cui ha parlato ieri il consigliere Salerno» al quale Grillo chiede di ritirare le dimissioni.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x