Ultimo aggiornamento alle 22:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Residenze teatrali, Lamezia “si fa in tre” per «Ligeia»

LAMEZIA TERME Lamezia Terme si fa in tre per le residenze teatrali: all`associazione Scenari Visibili (tra i 6 soggetti vincitori con il suo progetto “Ligeia”) l`amministrazione comunale «concederà…

Pubblicato il: 25/11/2011 – 13:51
Residenze teatrali, Lamezia “si fa in tre” per «Ligeia»

LAMEZIA TERME Lamezia Terme si fa in tre per le residenze teatrali: all`associazione Scenari Visibili (tra i 6 soggetti vincitori con il suo progetto “Ligeia”) l`amministrazione comunale «concederà in uso non esclusivo e in gestione il Teatro Politeama e il Teatro Umberto, dotati di certificazione antincendio e di sicurezza in materia di pubblici spettacoli». Dalla giunta lametina fanno sapere che «alle suddette strutture si potrà successivamente aggiungere il Teatro Grandinetti non appena saranno completati i lavori di adeguamento alla normativa vigente in materia di sicurezza e antincendio. Infine per la realizzazione delle attività di formazione e di laboratorio, il Comune metterà inoltre a disposizione, per tutta la durata del progetto, anche alcuni locali posti al secondo e terzo piano del Palazzo delle Arti e della Creatività (Palazzo Panariti)».
Sono 6 i soggetti proponenti ammessi: Lamezia si classifica al quinto posto con il punteggio di 68, 25 su 100, insieme, tra gli altri, all`associazione “Scena Verticale” di Cosenza. L`avviso pubblico della Regione prevede la possibilità di creare delle residenze multidisciplinari, intendendo con esse la permanenza di soggetti teatrali professionali il cui rapporto con l’ente sia regolato da uno specifico accordo (convenzione), valida per un triennio e rinnovabile: la residenza teatrale prevede la realizzazione di un qualificato progetto artistico che dove valorizzare in particolare il patrimonio di storia e cultura della regione e rispondere alla necessità di crescita sociale e culturale della comunità locale.  
«L`amministrazione – si legge nella nota – intende così affidare al medesimo soggetto anche la gestione parziale, delle stesse strutture e spazi teatrali, in occasione di altre attività teatrali e culturali promosse dal Comune stesso o da altri soggetti terzi. Il soggetto di produzione teatrale dovrà inoltre garantire la gestione delle strutture per altre 60 giornate annue per lo svolgimento delle stagioni teatrali in gestione diretta del Comune (Stagione di Prosa, Altro Teatro, Stagione Teatro Ragazzi, Stagione di Musica Jazz, ecc)».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x