Ultimo aggiornamento alle 10:35
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Casta Calabra e la rinascita della politica

La rinascita della politica, questo il filo conduttore dell`evento di ieri sera organizzato dalla Cgil di Catanzaro nell`ambito della rassegna “Lavoro è vita”. Al centro del dibattito il libro “Cas…

Pubblicato il: 04/02/2012 – 14:23
Casta Calabra e la rinascita della politica

La rinascita della politica, questo il filo conduttore dell`evento di ieri sera organizzato dalla Cgil di Catanzaro nell`ambito della rassegna “Lavoro è vita”. Al centro del dibattito il libro “Casta Calabra” scritto dal direttore del Corriere della Calabria, Paolo Pollichieni (insieme ai giornalisti Antonio Ricchio, Eugenio Furia, Pablo Petrasso e Giampaolo Latella). Con lui sul palco del “Caffè delle arti” Agostino Megale, segretario generale Fisac Cgil nazionale, Salvatore Scalzo alla sua prima uscita pubblica da candidato sindaco di Catanzaro, Roberto Iozzi segretario provinciale Giovani democratici e Giuseppe Valentino segretario generale della Cgil catanzarese. È stato proprio il direttore Pollichieni a incentrare la discussione sul presente della politica. L`autore di Casta Calabra ha voluto subito chiarire che il libro non ha l`obiettivo di ingrandire le fila dell`antipolitica, è esattamente il contrario. «Purtroppo – ha spiegato Pollichieni – ai tavoli che erano riservati alla politica stanno iniziando a sedersi soggetti estranei a quel mondo e a quelle regole. Convitati di pietra che rispondono ad altre e più pericolose logiche». Il direttore ha fatto l`esempio concreto di quanto sta avvenendo a Catanzaro, «la città che più di altre sembra aver subito il fascino del “Modello Reggio». L`appello rivolto da Pollichieni agli elettori catanzaresi è quello di comprendere che «non si tratta di scegliere tra due persone, tra due candidati, ma tra due “modelli” ben distinti. L`esperienza di Michele Traversa è emblematica. L`ex sindaco si è trovato su un terreno che non era più “politico”, ha dovuto cedere e andarsene». Sulla stessa linea l`intervento del candidato a sindaco Salvatore Scalzo che ha spiegato di essere pronto ad allargare la coalizione ma con condizioni chiare e precise. «La politica – ha aggiunto Scalzo deve ritrovare il suo ruolo». Appassionato l`intervento del segretario nazione Megale, una riflessione sul ruolo culturale del sindacato su un tema come quello del lavoro più che mai attuale in un periodo di crisi segnato dal precariato e dalla diffusa disoccupazione. Il padrone di casa, Giuseppe Valentino, ha voluto lanciare un appello a Confindustria affinché diventi forza promotrice dello sviluppo, «attualmente invece non rappresenta neanche tutte le imprese, gli imprenditori minacciati vengono abbandonati. Confindustria per ora è solo il rappresentante di alcuni gruppi di potere». In conclusione c`è stato poi un gradito “fuori programma”. L`ex assessore regionale Saverio Zavettieri è voluto intervenire innanzitutto «per rendere omaggio a un irregolare del giornalismo come Paolo Pollichieni». Un ritorno a “casa” per il leader socialista ex dirigente della Cgil che dal 1994 non partecipava a una assemblea del sindacato. Un`autocritica che Zavettieri ha voluto offrire alla platea per «la rinascita della politica». «Attualmente non esistono partiti ma solo leader nazionali circondati da enormi apparati burocratici, i cittadini restano esclusi».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb