Ultimo aggiornamento alle 17:24
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Censore e Guccione: «Irresponsabile inerzia della giunta regionale»

«Giudichiamo insensata ed irresponsabile l`inerzia del governo regionale di fronte alla drammatica situazione in cui versa il settore della forestazione in Calabria. Ormai è sotto gli occhi di tutt…

Pubblicato il: 27/04/2012 – 17:44
Censore e Guccione: «Irresponsabile inerzia della giunta regionale»

«Giudichiamo insensata ed irresponsabile l`inerzia del governo regionale di fronte alla drammatica situazione in cui versa il settore della forestazione in Calabria. Ormai è sotto gli occhi di tutti. La giunta non ha alcuna capacità politica per fronteggiare le grandi questioni che assillano la nostra regione e soprattutto per porre adeguate risposte alle impellenti richieste che giungono da settori, come quello della forestazione, che rischiano di essere avvolte da una crisi irreversibile». È quanto affermano, in una dichiarazione congiunta, i consiglieri regionali del Pd Bruno Censore e Carlo Guccione, in relazione alla manifestazione che ha portato migliaia di lavoratori forestali provenienti da tutta la regione in piazza a Catanzaro.
«I punti di fondo su cui oggi ruota l`intera problematica della forestazione – aggiungono i due esponenti democrat – essenzialmente due. Assicurare il pagamento delle mensilità arretrate e di quelle future a tutti i lavoratori di questo comparto e pianificare un`azione credibile per il rilancio di un settore che è indiscutibilmente vitale per la sostenibilità ambientale della nostra regione. Abbiamo più volte denunciato in tutte le sedi istituzionali che troppo spesso in Calabria si è parlato di forestazione in modo stanco e senza guardare in prospettiva a quelle che sono le potenzialità di questo comparto. La questione ambientale di questa regione – dicono ancora Censore e Guccione – è qualcosa che deve andare ben oltre la semplice improvvisazione programmatica se non altro perché l`emergenza che riguarda l`assetto del territorio è qualcosa di ancora irrisolto e che si può affrontare solamente con una sensata politica di studio e di rilancio del settore forestale. Se non fosse che la questione tocca quasi ottomila operai idraulico-forestali e la tutela di un territorio eccessivamente debole sotto il profilo geo-morfologico, si potrebbe dire che il lassismo posto in essere dalla giunta Scopelliti stia assumendo contorni grotteschi e paradossali. Consideriamo impellente garantire ai lavoratori gli stipendi spettanti ed aprire le porte ad un rilancio compiuto del settore che tocca il profilo ambientale e soprattutto quello della pianificazione economica del territorio che si lega a doppio filo a quello ambientale. Per queste ragioni riteniamo che la protesta dei forestali sia stata emblematica e fortemente indicativa di un malessere vasto che getta nello sconforto migliaia di famiglie, specie in un momento in cui la crisi serpeggia in modo veloce». Censore e Guccione definiscono infine «indispensabile non lasciare allo sbando la forestazione, i suoi lavoratori e tutto ciò che ruota intorno. Sarebbe una grave colpa difficile da recuperare».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x