Ultimo aggiornamento alle 22:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

In Tribunale? A Napoli con l`asino

CATANZARO Azzeramento totale di tutti i tribunali del Mezzogiorno ad esclusione di quello partenopeo dove potersi recare in groppa ad un asinello. E contestuale soppressione dei diritti all`automob…

Pubblicato il: 27/06/2012 – 13:03
In Tribunale? A Napoli con l`asino

CATANZARO Azzeramento totale di tutti i tribunali del Mezzogiorno ad esclusione di quello partenopeo dove potersi recare in groppa ad un asinello. E contestuale soppressione dei diritti all`automobile di proprietà e al trasporto pubblico. La sfida arriva dal sindacato degli avvocati della Calabria che in una nota manifestano, provocatoriamente, la loro approvazione al taglio del Tribunale di Castrovillari e contestualmente si dicono pronti ad accettare l`eliminazione di tutti i presìdi della Regione e non solo. Un`iniziativa che arriva dopo la manifestazione promossa dallo stesso sindacato il 26 giugno a Castrovillari contro l`annuncio di una possibile soppressione del Tribunale locale. Così Carlo Paduano, segretario regionale dell`associazione di categoria dichiara a nome del sindacato «la propria disponibilità a favore della soppressione non solo del Tribunale di Castrovillari, ma anche di quelli di Paola, Rossano e finanche Cosenza, ultimo perché no anche della Corte d’Appello di Catanzaro». «Siamo propensi quindi – afferma Paduano – alla costituzione di un unico Tribunale per il Mezzogiorno a Napoli, in cui recarci su un asino, visto che la contrazione dei redditi porterà al cambiamento del modello sociale basato sulla macchina di proprietà, e per la riduzione della spesa pubblica alla soppressione dei mezzi di trasporto pubblico, non per rivendicare diritti ormai chiaramente inesistenti e di cui risulta titolare solo l’1% della popolazione, ma per chiedere eventualmente udienza non a Goldman Sachs, Moody’s o Fitch ma ai propri rappresentanti in Terra e per rivolgere semmai suppliche, in nome e per conto dei vecchi e nuovi poveri, degli emarginati sociali, economici e politici». Chissà se qualche esponente del governo Monti non consideri questa provocazione come una proposta da inserire tra le priorità dello spending review.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x