Ultimo aggiornamento alle 11:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La magia delle scarpette nell`Arena dello Stretto

REGGIO CALABRIA Un pubblico internazionale e un panorama mozzafiato hanno accolto lo spettacolo di chiusura del primo laboratorio settimanale del Mediterraneo Dance Festival, in corso fino al 31 lu…

Pubblicato il: 13/07/2012 – 11:51
La magia delle scarpette nell`Arena dello Stretto

REGGIO CALABRIA Un pubblico internazionale e un panorama mozzafiato hanno accolto lo spettacolo di chiusura del primo laboratorio settimanale del Mediterraneo Dance Festival, in corso fino al 31 luglio all`area Tempietto del Lungomare Falcomatà a Reggio Calabria. L`Arena dello Stretto è stata invasa dal calore della folla nei confronti dei ballerini che si sono esibiti sul palco, con lo sfondo della statua di Atena.
Lo spettacolo ha visto protagonisti tutti gli stagisti del “Lab 1”, sia bambini che adulti di vari livelli, che hanno danzato le coreografie di Megan Lawson, Julia Spiesser, Jason Bietel e Koharu “Koko” Sugawara, ventenne coreografa di hiphop che si è cimentata anche – con successo – nella combinazione della francese Spiesser sulle note di “Wicked game”. L`apertura invece è stata affidata alle impressionanti evoluzioni di Simona Calanna e delle allieve che hanno partecipato al corso di danza aerea, utilizzando le attrezzature dello “space circus” appositamente realizzato con un cerchio e due tessuti sospesi.
Agli studenti sono seguite le esibizioni dei ballerini scelti dalla giuria durante la rassegna internazionale di lunedi sera, mentre in seguito gli insegnanti della settimana si sono esibiti in pezzi solisti e in un`apprezzata sorpresa: una coreografia che ha visto la partecipazione di tutti e quattro i coreografi, studiata appena il giorno precedente.
Attesa per tutta la serata è stata infine la cerimonia di consegna delle borse di studio che ogni insegnante ha potuto assegnare a due studenti per corso, i quali potranno frequentare i corsi del MDF 2013.
Lo spettacolo finale del Lab 1 ha sancito il passaggio di testimone alla seconda settimana di corsi, le cui lezioni hanno preso il via giovedi mattina: da una prima settimana più incentrata sul modern jazz e l`hip hop, si è passati ad una prevalenza di contemporaneo, con i workshop coreografici di Jiri Pokorny, dal Nederlands Dance Teather, le lezioni di contemporary hip hop di Matt Cady, direttamente da Los Angeles. Dalla città californiana arriva anche Erica Sobol – per la prima volta al MDF – la quale ha espresso la sua emozione nel notare la risposta da parte degli studenti: “Attendevo questo momento da sette anni”, ha dichiarato la Sobol durante una delle lezioni del primo giorno di lavoro. Le giornate di studio della seconda settimana si concluderanno puntualmente, invece, con i corsi di Adi Salant, israeliana, che ha importato i lavori realizzati con la compagnia Batsheva.
Una festa, al termine del primo giorno di corsi, darà ufficialmente il benvenuto ai nuovi studenti del Lab 2, che torneranno a far riempire l`arena dello Stretto il prossimo martedì 17 luglio, alle ore 21.30: il meglio della danza internazionale di nuovo offerto alla città di Reggio dal Mediterraneo Dance Festival.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb