Ultimo aggiornamento alle 21:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Sel, Suraci e "Modello Reggio": «Pagina politica da chiudere definitivamente»

«I magistrati dimostrano con atti e provvedimenti che i rapporti tra mafie e politica non conoscono crisi. È tempo di una rivoluzione in Calabria che liberi le istituzioni da chi non cura gli inter…

Pubblicato il: 02/08/2012 – 13:08
Sel, Suraci e "Modello Reggio": «Pagina politica da chiudere definitivamente»

«I magistrati dimostrano con atti e provvedimenti che i rapporti tra mafie e politica non conoscono crisi. È tempo di una rivoluzione in Calabria che liberi le istituzioni da chi non cura gli interessi dei cittadini e amministra favorendo altre logiche», commenta il segretario regionale di Sel Andrea Di Martino.
«Gli ultimi arresti che coinvolgono l`ex consigliere comunale Dominique Suraci della lista nel 2007 a sostegno di Scopelliti, come l`inchiesta che tira in ballo pezzi di centrosinistra, raccontano di una pagina politica da chiudere definitivamente – prosegue la nota del segretario di Sel – Un altro colpo al “modello Reggio” ormai travolto da indagini dei magistrati e sotto osservazione dello Stato con il lavoro dei commissari prefettizi ormai alle battute finali».
«Al più presto – sostiene Di Martino – bisognerà mettere in campo una mobilitazione delle forze politiche e sociali sane che vogliono ridare ai cittadini la possibilità di fare sentire la propria voce. Con una disoccupazione che batte sempre nuovi record, la politica non può essere centro di smistamento di favori e clientele. Da Reggio Calabria a Cosenza per abbracciare tutta la Calabria, si deve allargare una riflessione sulle regole necessarie per riformare la politica rendendola impenetrabile ai poteri criminali.
«Partiamo da quei sindaci – suggerisce l’esponente di Sel – che come Giannetto Speranza a Lamezia Terme e altri in realtà importanti, riescono a offrire ai giovani una speranza e un`alternativa credibile. Altrimenti non dovremmo sorprenderci se continuerà l`esodo dalla Calabria verso l`Europa. Un fenomeno che rischia di lasciare questa terra senza una possibilità di riscatto. Bisogna fare presto. I partiti di centrosinistra diano l`esempio alzando un muro contro i disonesti e quanti non fanno della lotta alla ndrangheta una priorità dell`agire politico. Sinistra e libertà chiede che sul terreno della battaglia alle mafie tutti facciano quanto e più è possibile fare».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x