Ultimo aggiornamento alle 22:26
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La rabbia e l`orgoglio dei reggini

Un lungo applauso ha sottolineato il saluto che la segretaria della Cgil Susanna Camusso ha voluto dedicare «ai lavoratori del Comune e delle società partecipate di Reggio Calabria». C`erano anche …

Pubblicato il: 13/10/2012 – 16:48
La rabbia e l`orgoglio dei reggini

Un lungo applauso ha sottolineato il saluto che la segretaria della Cgil Susanna Camusso ha voluto dedicare «ai lavoratori del Comune e delle società partecipate di Reggio Calabria». C`erano anche loro in piazza oggi a Catanzaro insieme a tanti, tantissimi reggini. Lavoratori in scadenza di contratto, cassaintegrati, disoccupati ma soprattutto cittadini. Pronti a difendere la loro dignità e quella di una città sfregiata non dallo scioglimento ma da quanto emerge dalla relazione della commissione di accesso. Offesi dalla decisione del ministro? Macché, «sapevamo che sarebbe arrivata prima o poi, a stupire, invece, è che si sia atteso tanto». A una coppia di giovani che sfilano sotto le bandiere della Cgil chiediamo come hanno vissuto questi giorni: «Siamo senza parole, adesso però ci aspettiamo il riscatto della città». Poco distante ci sono i 200 infermieri dell`azienda ospedaliera Bianchi-Melacrinò che a fine dicembre rischiano di perdere il posto, «c`è rabbia e disperazione eppure – sottolineano – non siamo ancora rassegnati».
C`è tutta la Calabria nel lungo corteo che sfila sul corso di Catanzaro. Dialetti e realtà diversi: gli operai della Mct di Gioia Tauro e i precari dei vigili del fuoco, ci sono le migliaia di giovani dei call center e gli Lsu. Dal palco si ricordano i forestali, «lavoratori veri che non meritano di essere tacciati da decenni come il simbolo dell`assistenzialismo». Sugli striscioni improvvisati i dati di un`economia di guerra: i lavoratori di Fondazione Betania da 7 mesi senza stipendio; i 2mila ex Phonemedia rimasti senza ammortizzatori sociali.  Nella folla si riconosce anche qualche parlamentare, pochi per la verità, Marco Minniti, Nicodemo Oliverio e Franco Laratta. Il gruppo dell`opposizione del Comune di Catanzaro sfila compatto subito dietro i sindaci calabresi con fascia tricolore e gonfalone. La banda di Girifalco apre il corteo suonando l`inno nazionale, ma in pochi hanno voglia di cantarlo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x