Ultimo aggiornamento alle 16:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

PALAZZO INFETTO | I deputati Pdl contro la Cancellieri

CATANZARO «Se fosse vero che il ministro Cancellieri si è avvalso di informazioni quanto meno incomplete per sciogliere il Comune di Reggio Calabria, si potrebbe dire che per essere rapidi si e sta…

Pubblicato il: 13/10/2012 – 16:56
PALAZZO INFETTO | I deputati Pdl contro la Cancellieri

CATANZARO «Se fosse vero che il ministro Cancellieri si è avvalso di informazioni quanto meno incomplete per sciogliere il Comune di Reggio Calabria, si potrebbe dire che per essere rapidi si e stati frettolosi». Lo sostiene, in una dichiarazione, Francesco Paolo Sisto, componente della commissione Giustizia della Camera e vicepresidente della Giunta per le autorizzazioni a procedere. «Sciogliere un consiglio comunale per contiguità con la criminalità organizzata – aggiunge – è scelta che deve essere lontana anni luce dal giudizio di probabilità o da ambiti di opinabilità. L`invito al ministro Cancellieri a verificare quanto sta emergendo in queste ore mi sembra doveroso».
Sullo scioglimento del Comune di Reggio Calabria interviene anche la vicepresidente dei deputati del Pdl, Barbara Saltamartini. «Se è vero quanto raccontato – afferma – e cioé che nella relazione della Commissione d`accesso al Comune di Reggio che ha portato allo scioglimento vi sarebbe anche il fatto che il Comune lavorava con un`impresa sospetta, ma che della medesima impresa si serviva anche la Prefettura, sarebbe davvero grave. Il ministro non può che basarsi sui fatti raccontati, ma se questi risultano poi sbagliati i danni sono immensi». «Chi lo dice al ministro Cancellieri – afferma da parte sua Jole Santelli, anche lei vicepresidente dei deputati del Pdl – che nel capitolo che dovrebbe illustrare la contiguità del Comune con la criminalità anche nel sociale, elemento forte dell`accusa sono i finanziamenti ad una cooperativa, Terra del Sole, dove vi sono persone con precedenti penali anche di droga? E che la stessa cooperativa avrebbe vinto il bando per Ecolandia per 135mila euro». «Peccato – dice ancora Santelli – che il bando l`abbia vinto Also Consorzio. Peccato che i 135 mila euro sono il canone di locazione che il vincitore deve riconoscere al Comune. Peccato che è normale che nella cooperativa Terra del Sole ci siano ex detenuti con precedenti anche di droga. Terra del Sole è una cooperativa di tipo B di cui devono far parte ex detenuti. Peccato che è vero che sì, sono persone con precedenti di droga, ma Terra del Sole è una struttura di recupero per tossicodipendenti. Bella toppa in una relazione inviata al Ministro».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x