Ultimo aggiornamento alle 12:17
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Magorno: l'Emilia vota a novembre, da noi tutto tace

CATANZARO «Apprendo dagli organi distampa che la Giunta regionale dell’Emilia Romagna, a seguito delle dimissioni del presidente Vasco Errani, sta per fissare come molto probabile da…

Pubblicato il: 10/07/2014 – 13:54
Magorno: l'Emilia vota a novembre, da noi tutto tace

CATANZARO «Apprendo dagli organi distampa che la Giunta regionale dell’Emilia Romagna, a seguito delle dimissioni del presidente Vasco Errani, sta per fissare come molto probabile data delle elezioni regionali quella del 9 novembre. Tutto tace, invece, da parte delle nostra Giunta, la cui presidente facente funzioni Antonella Stasi, invece di lasciarsi andare a facili ironie sulla stampa, dovrebbe dire ai
calabresi, seriamente però, quando potranno andare a votare per scegliere democraticamente chi li governerà». Lo afferma, in una nota, il segretario regionale del Pd Ernesto Magorno.
«Sarebbe difficilmente spiegabile all’opinione pubblica – prosegue – che una Regione che vive una situazione simile alla nostra non si possa fissare la stessa data per dare la parola agli elettori. In realtà una differenza c’è: Errani con grande senso di responsabilità si è dimesso un minuto dopo la condanna, Scopelliti no, facendo perdere tempo prezioso ai calabresi». «La Stasi – afferma Magorno – invita i calabresi a stare tranquilli rassicurandoli sul fatto che presto potranno esprimersi attraverso le urne. Francamente, mettendomi nei loro panni, non credo sia facile fidarsi, visti i continui bluff e le prese in giro a cui sono stati sottoposti in questi ultimi mesi, prima dall’ex presidente Scopelliti e poi da chi l’ha succeduto. Non si tratta di distrazioni o divagazioni come afferma la presidente f.f., perché è questa continua indeterminatezza, unita all’acclamata incapacità della Giunta di centrodestra, che arreca danni gravi e profondi all’economia, alla società calabrese, alla stessa credibilità delle istituzioni, non certo il nostro continuo richiamo al legittimo e sacrosanto diritto dei calabresi di andare al voto con una data certa». «Noi democratici – conclude Magorno – andiamo avanti, chiedendo che venga fissata subito la data delle elezioni e preparandoci per confrontarci, attraverso le primarie, per la scelta del nostro candidato. A tal proposito comunico che il 14 luglio è stata convocata a Lamezia Terme la direzione regionale, per approvare il regolamento delle primarie. All’importante riunione parteciperà il responsabile Enti Locali della segreteria nazionale del Pd Stefano Bonaccini»

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x