Ultimo aggiornamento alle 8:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Orlando rassicura i magistrati reggini: presto rinforzi

REGGIO CALABRIA «Sono venuto a Reggio Calabria perché questa realtà rappresenta uno dei punti critici della giustizia ed è in corso da parte dello Stato una forte azione di contrasto contro la ‘ndr…

Pubblicato il: 25/07/2014 – 13:27
Orlando rassicura i magistrati reggini: presto rinforzi

REGGIO CALABRIA «Sono venuto a Reggio Calabria perché questa realtà rappresenta uno dei punti critici della giustizia ed è in corso da parte dello Stato una forte azione di contrasto contro la ‘ndrangheta, che notoriamente è la più forte delle forme di criminalità organizzata del nostro Paese e in Europa». Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando aveva spiegato in mattinata la sua visita a Reggio Calabria, dove per oltre due ore ha incontrato i rappresentanti degli organi giudicanti e requirenti, ma anche i legali, per un confronto sulle criticità esistenti nel distretto reggino. Incontri che si sono prolungati ben oltre la tabella di marcia prevista, ma dai quali il ministro sembra uscire soddisfatto «questa è una realtà – commenta al termine della lunga mattinata di riunioni – che si è messa in moto con un impegno crescente nel contrasto alla criminalità organizzata e ciò inevitabilmente crea dei problemi in termini di assetto organizzativo, logistico e carichi di lavoro. Abbiamo analizzato i diversi contributi che si possono dare nel breve e nel medio periodo e per me è stato utile anche per comprendere come affinare degli interventi di carattere generale in relazione a situazioni che hanno una così grave criticità come quella di Reggio».
Criticità come quella relativa ai palazzi di giustizia, ospitati in sedi spesso obsolete – ne è un esempio l’ormai vetusto e insufficiente centro direzionale – o impossibili da utilizzare, come l’aula bunker da tempo priva di impianti di condizionamento e dove più di un processo è stato sospeso per l’impossibilità di proseguire le udienze a causa delle insostenibili temperature. «Ci stiamo muovendo per il completamento del palazzo di giustizia, grazie a un intervento della presidenza del Consiglio e del sottosegretario Delrio», assicura il ministro, che ha voluto confortare anche i magistrati del distretto reggino sull’imminente invio di rinforzi. Per quanto riguarda la denunciata mancanza di personale amministrativo – sottolinea Orlando – «la risposta verrà da un interpello con cui si cercherà di reperire qualche nuova unità per smaltire l’enorme carico di lavoro che ha questa realtà», ma impegni precisi «a cui nelle prossime settimane cercheremo di dare risposte tangibili – aggiunge il ministro – sono stati assunti anche per rispondere alle carenze di organico in Procura». A chiedere maggiore supporto organizzativo sono stati anche gli avvocati, che ad Orlando hanno chiesto «supporto e appoggio – riferisce il ministro – nella risoluzione dei problemi che nascono dalla revisione della geografia giudiziaria, per l’applicazione del processo civile telematico, assieme a tutta una serie di cose molto concrete di cui abbiamo preso puntualmente nota e a cui cercheremo di dare risposta perché mi sembrano tutte cose assolutamente risolvibili».
Infine, il ministro ha voluto fare il punto anche sulla riforma della Giustizia cui il governo ha da tempo iniziato a lavorare: «Stiamo pubblicando sul sito le linee guida che esplicitano i dodici punti, credo che entro metà di agosto avremo il lavoro compiuto e contemporaneamente procederemo a una consultazione, direttamente con i soggetti della giurisdizione, ma anche con i cittadini che mandano mail al sito e dimostrano una forte attenzione a questo tema». Un lavoro lungo, ma che a breve dovrebbe vedere la luce: «A metà di agosto è mia intenzione mettere in chiaro quasi tutto, poi ci potrà essere qualche punto che andrà affinato ma il grosso entro la metà di agosto sarà accessibile via internet. Naturalmente si tratterà di pre-articolati, perché non vogliamo mettere in discussione leggi già pronte».
E nonostante sia atteso nel pomeriggio a Cosenza per presiedere un incontro della corrente del Pd “Rifare l’Italia”, cui parteciperà il commissario della Provincia e candidato alle primarie regionali Pd, Mario Oliverio, sulla definizione del candidato per le prossime elezioni regionali il ministro non si sbilancia. «Andrò a una manifestazione – ha spiegato – per discutere come organizzare un’area politica dentro il Partito democratico calabrese, ma non ho nessunissima intenzione di ingerirmi in un percorso che il partito calabrese deve impostare in modo assolutamente autonomo».

 

Alessia Candito

a.candito@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x