Ultimo aggiornamento alle 22:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Preso "l'Ingegnere". Il boss Mancuso arrestato in Argentina

LAMEZIA TERME Pantaleone Mancuso, detto “l’ingegnere”, boss della ‘ndrangheta ed erede designato dell’omonima famiglia di Limbadi, è stato arrestato dalla gendarmeria argentina a Puerto Iguazù, men…

Pubblicato il: 12/09/2014 – 6:18
Preso "l'Ingegnere". Il boss Mancuso arrestato in Argentina

LAMEZIA TERME Pantaleone Mancuso, detto “l’ingegnere”, boss della ‘ndrangheta ed erede designato dell’omonima famiglia di Limbadi, è stato arrestato dalla gendarmeria argentina a Puerto Iguazù, mentre tentava di attraversare la frontiera a bordo di un bus turistico diretto in Brasile. L’uomo, di 53 anni, indicato come espressione del cartello del narcotraffico operante in Sudamerica, era latitante da tempo ed era inseguito da un mandato di cattura internazionale per duplice tentato omicidio e associazione mafiosa. Mancuso, nel momento in cui è stato fermato dalla gendarmeria, era in possesso della somma di 100mila euro in contanti e di un passaporto intestato a Luca De Bortolo. A incastrare “l’ingegnere” sono state le impronte digitali. Subito dopo il fermo, infatti, il giudice federale José Luis Casals ha concesso l’autorizzazione a rilevarle, confrontandole con i dati in possesso dell’archivio dell’Interpol. È emersa così la vera identità del boss. Fonti di polizia giudiziaria citate dalla stampa argentina spiegano che saranno avviati tutti i passi necessari per l’estradizione di Mancuso in Italia.

«Siamo soddisfatti, abbiamo già avviato la richiesta di estradizione». Così il procuratore di Catanzaro, Vincenzo Antonio Lombardo, commenta la cattura del boss Pantaleone Mancuso ‘l’ingegnere’ (ci sono altri due omonimi legati allo stesso clan di ‘ndrangheta) avvenuta in Argentina qualche giorno fa. «Viaggiava con documenti falsi e stava tentando di entrare in un altro paese del Sudamerica, probabilmente il Brasile», racconta il magistrato. “L’ingegnere” è ritenuto «un personaggio di rilievo della costellazione dei Mancuso, un discendente della stirpe degli undici», ovvero gli undici fratelli che componevano il ramo della prima generazione della famiglia di ‘ndrangheta che opera a Limbadi, nel vibonese. Era stata una donna, oggi testimone di giustizia, a consentire la ricostruzione del tentato omicidio di Romana Mancuso e del figlio Giovanni Rizzo, indicando Pantaleone Mancuso “l’ingegnere” come uno degli autori dell’aggressione dei suoi stessi parenti. Il fatto è avvenuto nel 2008 ma solo nel dicembre 2013 le dichiarazioni dell’ex convivente della famiglia Mancuso hanno permesso di fare luce sull’episodio. La Procura di Catanzaro ha così chiesto l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due soggetti, uno dei quali era proprio ‘l’ingegnere’. Quando però la Squadra mobile di Catanzaro è andata a cercarlo, nell’aprile di quest’anno, non lo ha trovato perchè si era già dato alla macchia. La testimone di giustizia, di nazionalità straniera, ha raccontato che la famiglia dell’ingegnere dava ragione a lui perchè Giovanni Rizzo, la vittima dell’attentato, prendeva «iniziative sbagliate – trascrivono i magistrati – nei confronti di persone già protette che, evidentemente, poi si lamentavano con altri Mancuso». La suocera della donna spesso aveva parlato di quell’episodio, indicando Pantaleone come esecutore mentre il suocero dell’ingegnere si lamentava dell’insuccesso dell’iniziativa, avendo preferito la morte dell’obiettivo anzichè il semplice ferimento. Subito dopo l’agguato, Pantaleone Mancuso si è dato alla latitanza volontaria, temendo ritorsioni.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x