Ultimo aggiornamento alle 13:47
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Delrio accolto dalla protesta della Cgil

COSENZA «Delrio ha preso un impegno per tutti i lavoratori che sono in cassa integrazione in deroga. Ha assicurato che i soldi ci sono». Lo ha detto un rappresentante della Cgil che ha incontrato i…

Pubblicato il: 26/03/2015 – 17:15
Delrio accolto dalla protesta della Cgil

COSENZA «Delrio ha preso un impegno per tutti i lavoratori che sono in cassa integrazione in deroga. Ha assicurato che i soldi ci sono». Lo ha detto un rappresentante della Cgil che ha incontrato il sottosegretario Graziano Delrio a Cosenza dove è appena giunto per partecipare a un convegno organizzato dal Pd. Fuori dal cinema Modernissimo, dove si svolgerà l’incontro, c’è un gruppo di lavoratori che sta manifestando. Assieme a loro i rappresentanti sindacali della Cgil: chiedono di poter entrare per prendere parte al dibattito, ma soprattutto chiedono che siano garantiti i loro diritti.
Poche ore prima, a Reggio, il sottosegretario ha incontrato i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil Calabria per discutere delle tematiche inerenti gli ammortizzatori sociali in deroga 2014. «Come Cisl – ha fatto sapere il segretario generale Paolo Tramonti – abbiamo ribadito con forza la necessità che il governo mantenga fede agli impegni assunti il 12 novembre 2014 relativi al reperimento delle risorse per il finanziamento degli ammortizzatori 2014, unitamente alla costruzione, di concerto con la Regione, di un piano di politiche attive finalizzato alla ricollocazione delle migliaia di lavoratori espulsi dai processi produttivi».
«Il governo – ha affermato Delrio – si impegnerà entro aprile a rendere disponibili circa 150 milioni di euro comprensivi delle risorse dei fondi Pac che, secondo le stime del ministero del Lavoro, soddisferebbero il fabbisogno per la Calabria».
«Come Cisl – ha continuato invece Tramonti – abbiamo ribadito che il fabbisogno stimato dal ministero è molto inferiore al fabbisogno reale per il 2014 e che la Regione ha già stimato prudenzialmente in 260 milioni.
Nel ritenere positivo lo sblocco entro aprile di risorse importanti, abbiamo evidenziato l’insufficienza delle risorse per dare copertura a tutto il 2014 e la necessità di un ulteriore stanziamento considerato il dramma sociale in cui versano migliaia di percettori. Il governo si è impegnato ad attivarsi con la Regione per porre in essere ogni iniziativa utile sia sul fronte del fabbisogno finanziario che sul versante delle politiche attive».
Nel contempo, la Cisl ha chiesto che «la Regione provveda alla chiusura del 2013 erogando le indennità spettanti a circa 1.200 percettori che, a causa di ritardi e inefficienze, a oggi non hanno percepito nulla pur avendone diritto, al fine di evitare un’esplosione di contenzioso che vedrebbe la Regione soccombente, garantendo allo stesso tempo diritti colpevolmente negati».
«La Cisl vista la drammaticità della situazione e l’urgenza di un Piano di Politiche Attive per il Lavoro e l’Occupazione – conclude Tramonti – ha auspicato il rafforzamento delle sinergie tra Regione e governo senza le quali la Calabria non uscirà dall’emergenza».

m.m.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x