Ultimo aggiornamento alle 14:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

«I Mancuso volevano uccidere i magistrati Manzini e Bianchi»

VIBO VALENTIA Alcune cosche di ‘ndrangheta avevano progettato di uccidere i magistrati Marisa Manzini e Giancarlo Bianchi «per la loro azione incisiva contro il clan Mancuso». A riferirlo stam…

Pubblicato il: 20/05/2016 – 16:11
«I Mancuso volevano uccidere i magistrati Manzini e Bianchi»

VIBO VALENTIA Alcune cosche di ‘ndrangheta avevano progettato di uccidere i magistrati Marisa Manzini e Giancarlo Bianchi «per la loro azione incisiva contro il clan Mancuso». A riferirlo stamani, nel corso del processo “Purgatorio” che vede imputati, con le accuse a vario titolo di associazione mafiosa e concorso esterno, l’ex dirigente della Squadra Mobile di Vibo Valentia, Maurizio Lento, il suo vice, Emanuele Rodonò, e l’avvocato Antonio Carmelo Galati, è stato lo stesso Lento durante l’esame cui è stato sottoposto dal pm della Dda di Catanzaro, Camillo Falvo. L’imputato ha fatto riferimento, in particolare, a «un’intensa attività investigativa» che riguardava Salvatore Bonavota, esponente dell’omonimo cosca di Sant’Onofrio, e altre persone, dalla quale era emerso il progetto di attentato di danni di Marisa Manzini, ex pm della Dda di Catanzaro e attuale procuratore aggiunto a Cosenza, e di Giancarlo Bianchi, presidente della sezione penale del Tribunale di Vibo, a capo del collegio che nel 2008 emise la prima sentenza di condanna contro la cosca Mancuso.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x