Ultimo aggiornamento alle 19:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

«Il Festival delle Serre torna a splendere»

CERISANO Sarà un Festival delle Serre che, nelle intenzioni degli organizzatori, «certamente verrà annoverato negli annali della storia di questa importante e prestigiosa manifestazione, giunta que…

Pubblicato il: 01/09/2016 – 16:12
«Il Festival delle Serre torna a splendere»

CERISANO Sarà un Festival delle Serre che, nelle intenzioni degli organizzatori, «certamente verrà annoverato negli annali della storia di questa importante e prestigiosa manifestazione, giunta quest’anno alla sua 23ª edizione e che si terrà a Cerisano dal 4 al 10 settembre prossimi». «Una scommessa vinta – si legge in una nota –, quella del neosindaco Lucio Di Gioia e della sua amministrazione che fin da subito hanno creduto nella realizzazione di un progetto quasi impossibile». 
Giovedì la conferenza stampa di presentazione, nel cortile di Palazzo Sersale, alla presenza del primo cittadino Di Gioia, di Pierluca Zasa, membro della giunta della Camera di Commercio di Cosenza, del maestro orafo Gerardo Sacco, protagonista dell’Anteprima Festival, che si terrà sabato 3 settembre. L’artista calabrese, per l’occasione presenterà oltre al suo libro intervista “Non sono Nessuno”, scritto in collaborazione con il giornalista Francesco Kostner, anche una sfilata delle sue collezioni più significative. E a proposito di collezioni, durante la presentazione di oggi a Cerisano, Gerardo Sacco ha riproposto dal vivo il gioiello che lui stesso ha realizzato per i terremotati di Amatrice. Un gesto di solidarietà con il quale il maestro ha inteso esprimere la sua vicinanza alle popolazioni colpite dal terribile sisma dei giorni scorsi.
Alla conferenza stampa, moderata dal giornalista Francesco Mannarino, hanno preso parte, tra gli altri, Luigia Pastore, curatrice della sezione Classica, Sergio Gimigliano (sezione Jazz) e il giornalista Francesco Kostner. Non sarà dunque una “sagra di paese”, ma una kermesse che vanta al suo interno un cartellone ricco di eventi artistici, musicali, culturali, enogastronomici. Il Festival delle Serre ha intenzione di tornare allo splendore di un tempo, grazie alla raffinatezza e alla ricercatezza delle proposte in programma e di tutti gli eventi collaterali che ruotano attorno alla manifestazione. Jazz, Classica, Teatro e Cinema e poi ancora architettura, mostre, pittura, esposizioni, percorsi culturali, dibattiti, degustazioni.
Grandi nomi del panorama jazzistico internazionale si esibiranno a Cerisano, nella storica location di Piazzetta Pianolungo, grazie alla collaborazione di Sergio Gimigliano e la joint venture con il Peperoncino Jazz Festival. Enrico Rava, Roberto Gatto, Gianluca Guidi, Daniele Scannapieco, Camille Bertault sono solo alcuni dei nomi in cartellone. Grande attesa anche per la sezione Classica, un viaggio tra lirica e tango che vorrà essere un omaggio ad autori quali Piazzolla, Gardel, Galliano e poi ancora Mozart, Strauss. La serata del 10 settembre sarà invece allietata dalla presenza di Katia Ricciarelli, di scena a Palazzo Sersale con lo spettacolo “Recital”. Con lei il tenore Francesco Zingariello. Anche la sezione Teatro è ricca di eventi. Di scena solo compagnie calabresi, «perché vogliamo – ha dichiarato il sindaco Di Gioia – con l’occasione valorizzare i talenti locali, dando loro l’opportunità di esibirsi all’interno di una rassegna tra le più importanti della nostra Provincia». 
«Non è stato facile – ha proseguito il primo cittadino di Cerisano – organizzare, in così poco tempo il Festival delle Serre, ma ci abbiamo creduto fino in fondo, perché il paese, il nostro splendido borgo torni a rivivere i fasti di un tempo».
Non mancheranno, poi le proiezioni cinematografiche, nella caratteristica Piazza Chiusi. Tra le novità della sezione Cinema, ci sarà la presentazione, dopo aver fatto tappa in questi giorni alla mostra del Cinema di Venezia del progetto Lu.Ca, ideato grazie alla lungimiranza di Calabria Film Commission e di Lucana Film Commission. 
Venerdì 9 Settembre Pino Citrigno e Paride Leporace saranno ospiti a Cerisano per la presentazione di questa importante iniziativa che avrà lo scopo di valorizzare il cinema e il turismo del Sud Italia. Durante i sette giorni del Festival le piazze e i vicoli del centro storico di Cerisano saranno immersi in una atmosfera particolare. Gli allestimenti in corso consentiranno ai visitatori di attraversare un vero e proprio percorso enogastronomico reso possibile grazie alla collaborazione di numerose aziende calabresi. Palazzo Sersale, oltre ad accogliere la sezione “Classica”, sarà fucina di eventi, dibattiti, mostre ed esposizioni. Una tra tutte, la mostra di Architettura non costruita “Sogni, Segni e Disegni”, una vera e propria riproposizione di luoghi reali ed immaginari, i cui esiti aprono a scenari nuovi, innovativi e assai suggestivi. Durante le serate della kermesse, la Casa delle Culture, in Piazza Zupi, ospiterà il Punto Informazioni del Festival. Manca, dunque, davvero poco. La macchina organizzativa è al lavoro da giorni per la realizzazione e la buona riuscita di un Festival che «siamo certi sarà tra i migliori degli ultimi anni».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb