Ultimo aggiornamento alle 10:26
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il Comitato ambientale presilano: «Porteranno ancora più rifiuti a Celico»

CELICO «Con una “semplice” integrazione della Autorizzazione Integrata Ambientale (Aia), la Regione Calabria ha deciso di aumentare le tipologie di rifiuti che potranno essere abbancate nella disca…

Pubblicato il: 22/10/2016 – 13:33
Il Comitato ambientale presilano: «Porteranno ancora più rifiuti a Celico»

CELICO «Con una “semplice” integrazione della Autorizzazione Integrata Ambientale (Aia), la Regione Calabria ha deciso di aumentare le tipologie di rifiuti che potranno essere abbancate nella discarica di Celico. In particolare, oltre alle già centinaia di tipologie precedentemente autorizzate, si tratta di rifiuti agrochimici, scarti inutilizzabili per la trasformazione, scarti della raccolta di carta e cartone, rifiuti non compostati, digestato della lavorazione dell’organico e sottoprodotti dei processi di chiarificazione delle acque». Lo scrivono gli attivisti del Comitato ambientale presilano. Che commentano: «Alla fine tutti i nodi vengono al pettine. Dopo che i sindaci della Presila hanno ufficialmente richiesto l’apertura dell’impianto della Mi.Ga. srl, anche la Regione Calabria ha deciso di voltare le spalle ai cittadini presilani».
«Sila patrimonio per l’Unesco – scrivono in una nota –, discarica per la Regione Calabria. Lo abbiamo scritto due anni fa. Avevamo ragione noi. In discarica arriveranno rifiuti del circuito pubblico provenienti da ogni parte della provincia e rifiuti dei privati di non nota provenienza. Un territorio svenduto e devastato dalla totale miopia della politica locale. Una popolazione tradita e annichilita da una classe dirigente complice e connivente». «Le bugie – continuano gli ambientalisti – hanno le gambe corte e la verità viene sempre a galla. Il nostro obiettivo rimane sempre unico e dichiarato: ritiro dell’Aia e chiusura totale dell’impianto di proprietà di Raffaele Vrenna, imprenditore sotto indagine della direzione distrettuale antimafia di Catanzaro».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x