lunedì, 08 Marzo
Ultimo aggiornamento alle 22:26
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Santelli: «Spregiudicata campagna referendaria di Renzi»

CATANZARO «Caro presidente Renzi bentornato in Calabria, terra prediletta dal suo governo e dal governo regionale a guida del suo partito. Volevo ringraziarla a nome di tanti calabresi per una lung…

Pubblicato il: 02/12/2016 – 11:26
Santelli: «Spregiudicata campagna referendaria di Renzi»

CATANZARO «Caro presidente Renzi bentornato in Calabria, terra prediletta dal suo governo e dal governo regionale a guida del suo partito. Volevo ringraziarla a nome di tanti calabresi per una lunga serie di cose che le elencherò alla fine di una campagna referendaria che lei ha interpretato nel modo più spregiudicato possibile, senza alcun ritegno. Mi creda, nemmeno don Achille Lauro arrivò ai suoi livelli, visto che almeno le scarpe e la pasta le consegnava ai suoi elettori». Lo afferma la deputata di Fi Jole Santelli, coordinatrice regionale del partito in Calabria. «Grazie – scrive Santelli – per aver contribuito a rendere, in 30 mesi, la Calabria ultima regione europea finanche dietro alle regioni greche e cipriote, come prodotto interno lordo. Grazie per avere, nei suoi trenta mesi, cambiato più volte gli obiettivi strategici Cipe fino alla commedia elettoralistica di ieri, con l’annuncio entusiasta del finanziamento di 800 milioni per gli obiettivi strategici, dopo che il governo Berlusconi ne aveva stanziati 4 il 2011, prevedendo la TV Salerno-Reggio Calabria che lei ha cancellato. Grazie per avere speso il 98,2% delle risorse infrastrutturali al Nord. Grazie per avere incredibilmente annunciato che verrà ad inaugurare la Salerno-Reggio Calabria il 22 dicembre prossimo e poi per aver dovuto inserire i finanziamenti per il tratto Cosenza-Altilia: la riprova che la sua sincerità farebbe impallidire Carlo Collodi. Grazie per avere commissariato per altri due anni la sanità calabrese, litigato con il suo compagno di partito Mario Oliverio, e determinato l’assoluta paralisi del settore, con l’aumento dei costi per l’emigrazione sanitaria. Grazie, per come dichiarato dal suo sottosegretario alle attività produttive, il senatore Gentile, secondo il quale la Calabria, per colpa del governo regionale, è l’ultima Regione come capacità di spesa comunitaria ed è l’ultima ad avere presentato progetti per le Smart city. Grazie, visto che si recherà a Reggio Calabria, per avere smantellato il progetto Omeca, per avere paralizzato il porto di Gioia Tauro, con oltre mille licenziamenti, e per aver fatto naufragare, sempre insieme ad Oliverio, il progetto fantomatico di un insediamento industriale automobilistico. Grazie per aver fatto inaugurare dal suo ministro il nuovo reparto di cardiochirurgia sempre a Reggio che, però, è ancora chiuso, al punto che nei giorni scorsi un giovane paziente è tragicamente deceduto». «Con la sua sicumera da fiorentino di provincia – conclude Jole Santelli – lei ha la presunzione di imbonire la terra di Campanella e Corrado Alvaro, là dove è nato il pensiero filosofico politico pre-illuminista. Lei crede che con i suoi modi da piazzista e con gli accordi con Oliverio i calabresi voteranno Sì alla sua scellerata riforma: si sbaglia e di grosso. Saranno proprio i calabresi a bocciare le sue bugie e le sue oniriche percezioni della realtà. I calabresi le diranno No e sarà un No che si sentirà anche a Roma».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb